COMIN’ JAZZ 2017 | Festival di musica jazz della città di Como | 9 – 15 marzo 2017

Posted on 23 febbraio 2017

0


COMIN’ JAZZ 2017

Festival di musica jazz della città di Como

9 – 15 marzo 2017

comin-jazz-2017

Un’eccezionale settimana di musica travolge Como con il Comin’ Jazz, festival della musica jazz. La manifestazione alla sua prima edizione coinvolge l’intera città da giovedì 9 a mercoledì 15 marzo con un ricco programma di eventi, concertimarching band, rivolto ad appassionati del genere e a neofiti, oltre a iniziative dedicate alle scuole.

 

“L’Assessorato alla Cultura del Comune di Como, in collaborazione con Teatro Sociale, Nerolidio Music Factory, Nota su Nota, Music For Green e Jazz Club di Como, ha ideato Comin’ Jazz con lo scopo di rilanciare la vocazione musicale della città, valorizzare i talenti locali e portare a Como musicisti di fama internazionale, all’interno di un contesto dinamico e creativo come quello di un Festival” dichiara l’Assessore Luigi Cavadini.

Enzo Zirilli 2015 © Roberto Cifarelli

Enzo Zirilli 2015 © Roberto Cifarelli

Como vanta inoltre una consolidata tradizione jazz, infatti già negli anni Ottanta e Novanta grandi artisti di fama internazionale si sono esibiti nelle piazze e nei teatri della città. Negli anni successivi molti musicisti del territorio si sono formati e specializzati nel genere, anche grazie alla professionalità del Conservatorio di Como e delle scuole di musica.

 

Gli eventi in calendario offrono un’entusiasmante varietà di approcci e di interpretazioni di questa forma musicale.

La rassegna apre giovedì 9 marzo al Teatro Sociale con i Gavino Murgia Megalitico Quartet in un concerto che mescola e sintetizza con originalità il jazz di tradizione, la musica etnica e i ritmi del Mediterraneo. Nei giorni seguenti animano il festival numerosi eventi: i ritmi coinvolgenti e dinamici dello Tsunami Trio travolgono con uno swing d’eccezione; la All Stars Dixieland Marching Band composta in gran parte dai musicisti del festival attraversale vie della città con sonorità vivaci; l’originale progetto Disney Jazz song con i Blue Vibe presentato da Alceste Ayroldi offre un repertorio personalizzato delle colonne sonore dei cartoni animati di Walt Disney con rimandi ai capolavori della musica afroamericana. L’eventoIl Canto del Ritmo affascina per la versatilità e creatività dei musicisti coinvolti, mentre La rivoluzione di un incontro propone una reinterpretazione improvvisata e libera di pezzi del trombettista Miles Davis e del pianista Bill Evans il cui incontro storico risale agli anni ‘50/’60.

yo-yo-ma-e-i-musicisti-della-via-della-seta

Incluso nella rassegna I lunedì del cinemavieneproiettato il filmYo-Yo Ma e i musicisti della via della seta” che mostraattraverso le vicende vissute dai 50 componenti del gruppo internazionale Silk Road Ensemble – strumentisti e cantanti, compositori e arrangiatori – come la musica abbia la capacità di oltrepassare i confini geografici e di unire diversicontinenti e culture. Sono presenti inoltreesibizioni di percussionisti d’eccezione, come quella dei PercussionStaff che con i suoni di pelli, legni, metalli e strumenti consueti e inconsueti crea uno spettacolo che si avvicina all’happening in cui anche i corpi in movimento diventano un elemento imprescindibile. Di particolare interesse è la presentazione del nuovo album “Pixel”, caratterizzato da influenze rock, jazz e fusion, dei Marco Bianchi Lemon Quartett in cui il vibrafonista Marco Bianchi per la prima volta si presenta come compositore, arrangiatore e produttore.

Importante è la proposta didattica dal titolo “La storia del jazz” che ripercorre le tappe salienti del jazz, dalle lotte dei neri d’America per l’emancipazione agli anni indimenticabili  legati alle città di New Orleans, Chicago, New York, fino al free jazz, al jazz rock e alla fusion.

 

L’odierna prima edizione del Festival, coincide con il centenario della pubblicazione del primo disco jazz, LiveryStable Blues dell’Original Dixieland Jass Band, di Nick La Rocca, figlio di un immigrato italiano in Louisiana. Questa data simboleggia la nascita del jazz, genere musicale che già si poteva sentire qualche anno prima nei quartieri neri di New Orleans.

 

Comin’ Jazz nasce con la partnership del Festival di Cultura e Musica Jazz di Chiasso che si svolgerà dal 16 al 18 marzo 2017 e che quest’anno festeggia i suoi vent’anni.

 

In occasione del Festival il Comune di Como ha organizzato e promosso Aperitivi in Jazz, eventi collaterali nei locali della città.

 

GLI EVENTI

  • Giovedì 9 marzo ore 20.30 – Teatro Sociale

GAVINO MURGIA MEGALITICO QUARTET

  • Venerdì 10 marzo ore 21.30 – Nerolidio Music Factory

TSUNAMI TRIO, special guest Emanuele Cisi

  • Sabato 11 marzo ore 16 – vie della città

ALL STARS DIXIELAND MARCHING BAND

  • Sabato 11 marzo ore 18 – Chiostrino di Sant’Eufemia

DISNEY JAZZ SONG CON I BLUE VIBE, presentazione di Alceste Ayroldi

  • Domenica 12 marzo ore 14 e 20.30 – Teatro Sociale

IL CANTO DEL RITMO, masterclass e concerto di Enzo Zirilli, Jason Rebello, Marco Micheli

  • Domenica 12 marzo ore 18- Chiostrino di Sant’Eufemia

LA RIVOLUZIONE DI UN INCONTRO, rendezvous ’59 Miles Davis & Bill Evans

  • Lunedì 13 marzo ore 9.30 – Nota su Nota

LA STORIA DEL JAZZ, dedicato alle scuole

  • Lunedì 13 marzo ore 20.30 – Teatro Sociale

film YO-YO MA E I MUSICISTI DELLA VIA DELLA SETA

in collaborazione con I lunedì del cinema

  • Martedì 14 marzo ore 21.30- Nerolidio Music Factory

PERCUSSION STAFF

  • Mercoledì 15 marzo – Nerolidio Music Factory

MARCO BIANCHI LEMON QUARTETT 

 

APERITIVI IN JAZZ

LOCALI di COMO

  • Giovedì 9 marzo dalle ore 19- BeBop Caffè, via Pasquale Paoli 51

MINA IN JAZZ, a cura di Nota su Nota

  • Giovedì 9 marzo dalle ore 19- Fresco, viale Lecco 23

PAOLO TOMELLERI DUO

  • Venerdì 10marzo dalle ore 19 – Il Gap, via Sirtori 12

CECILIA CASELLA DUO

  • Venerdì 10 marzo dalle ore 19 – I giardini di Tavà, via Dottesio 1

BEBOP A LULA SWING ALL AROUND

  • Venerdì 10 marzo dalle ore 19 – Caffè Mazzini, piazza Mazzini 13

ALESSANDRA POZZI DUO

  • Venerdì 10 marzo dalle ore 19 – Ox, piazza De Gasperi 6

THE LIVING EMERALD TRIO

  • Venerdì 10 marzo dalle ore 19 – Cava dei sapori, via Guido da Como 2

GIULIA LARGHI TRIO

  • Venerdì 10 marzo dalle ore 19 – Bistrot, viale Geno

HYDE &SEEK QUARTET

  • Sabato 11marzo dalle ore 19 – BeBopCafè, via Pasquale Paoli 51

WET BLUES FEELINGS

  • Sabato 11 marzo dalle ore 19 – Vintage Jazz, via Olginati 14

MICHELE BOZZA DUO

  • Sabato 11 marzo dalle ore 19 – Bistrot, viale Geno

JAM SASSION CONDOTTA DA GIUSEPPE EMMANUELE TRIO

  • Domenica 12marzo dalle ore 19 – Al Quaranta4, via D’Annunzio 44

GIGI CIFFARELLI &CO.

  • Mercoledì 15marzo dalle ore 19 – Al Quaranta4, via D’Annunzio 44

LAURA FEDELE TRIO

  • Mercoledì 15 marzo dalle ore 19 – Vintage Jazz, via Olginati 14

ANTONIO CERVELLINO TRIO

  • Mercoledì 15 marzo dalle ore 19 – Arte dolce Lyceum, via Cesare Cantù 36

SABRINA OLIVIERI DUO

  • Mercoledì 15 marzo dalle ore 19 – Il Gap, via Sirtori 12

DJ SET SWING AL AROUND


COMIN’ JAZZ 2017

Festival di musica jazz della città di Como

9 – 15 marzo 2017

 

PROGRAMMA

 

giovedì 9 marzo, ore 20.30, Teatro Sociale

GAVINO MURGIA MEGALITICO QUARTET

 

Gavino Murgiasassofono soprano, tenore, voce

Luciano Biondinifisarmonica

Michel Godardtuba basso, serpentone

PatriceHeralbatteria, percussioni, elettronica

 

ingresso a pagamento

 

Il sassofonista sardo Gavino Murgia, sperimentatore di linguaggi diversi, si unisce ad altri “mostri sacri” del jazz italiano ed europeo, tutti affascinati dai suoni del mondo e raffinati improvvisatori. La sfida del Megalitico 4et è capire il rapporto che c’è, o ci può essere, tra la musica jazz e l’architettura. Entrambe le scienze vertono intorno alla possibilità di stratificare e armonizzare, alternando suoni e volumi, creando forme e spazi, compiendo da sempre una ricerca insaziabile dell’estetica e dell’armonia formale nello spazio. Ma ciò che accomuna di più le due forme artistiche è che entrambe sono animate da una fortissima componente ritmica: ritmo-spazio-suono e suono nello spazio. Un concerto che mescola e sintetizza, con originalità e forza, il jazz di tradizione, la musica etnica ed i ritmi del Mediterraneo.

 

venerdì 10 marzo, ore 21.30, Nerolidio Music Factory

TSUNAMI TRIO, special guest Emanuele Cisi

 

Carlo Uboldipianoforte

Valerio Della Fonte contrabbasso

Massimo Manzi batteria

special guest Emanuele Cisi sax tenore

 

ingresso libero

 

Tsunami trio deve il suo nome alla capacità di travolgere chi li ascolta con uno swing notevole. Nato su iniziativa del pianista Carlo Uboldi e capitanato dallo stesso, in due anni ha partecipato a numerosi Festival e inciso il disco TSUNAMICI. Sul palco Carlo Uboldi, soprannominato nell’ambiente jazzistico Oscar per stile e bravura che spesso si ispirano al grande Oscar Peterson ha collaborato con Scott Hamilton, Franco Cerri, Mauro Negri, Gianni Coscia, Emilio Soana e tanti altri jazzisti Italiani. Il contrabbassista Della Fonte, collante fondamentale, sa dare una direzione moderna al gruppo con la sua esperienza dal dixieland al free, mentre Manzi, considerato tra i migliori batteristi jazz esistenti, colorisce ogni brano con schemi ritmici personali e inusuali. In più occasioni, come in questo concerto, ospite del trio sarà Emanuele Cisi, uno dei  musicisti jazz più apprezzati in ambito europeo.

 

sabato 11 marzo, ore 17.30, Chiostrino di Sant’Eufemia

DISNEY JAZZ SONG CON I BLUE VIBE

presentazione di Alceste Ayroldi

Enza Cannone voce

Matteo Fermi chitarre

Giuliano Rosbasso

 

ingresso a pagamento

 

Il progetto nasce nel 2014 all’interno delle mura del Conservatorio di Musica di Como G. Verdi, in cui Enza e Matteo frequentano tutt’ora il Triennio di Musica Jazz.Nel corso del 2015 decidono di mettere insieme un repertorio di Standards Jazz, classici intramontabili del repertorio e tradizione jazzistica. Si confrontano con brani di Duke Ellington, George Gershwin, Billy Strayhorn. Con questo repertorio suonano a Novara Street Jazz Festival 2015, Cernobbio Jazz. Da settembre dello stesso anno decidono di dedicarsi ad un progetto sulle colonne sonore dei classici Disney. Iniziano a lavorare al nuovo repertorio con entusiasmo, cercando di rendere personali le songs dei cartoni che hanno accompagnato entrambi durante l’infanzia.

Nel 2016 il duo diventa trio con l’inserimento entusiasta di Giuliano Ros al Basso elettrico.

Alceste Ayroldi ci introdurrà all’argomento Jazz e Cartoon:non solo Gli Aristogatti, perché il mondo dei cartoni animati è zeppo di jazz. Le peripezie che ci fanno sorridere o commuovere sono spesso animate da musiche che si tende a tenere poco in considerazione, mentre sono veri e propri capolavori della musica afroamericana. Ed è questo l’universo che si andrà a scoprire, all’interno di un percorso serio e semiserio sul jazz nei cartoni animati che attraversa la storia dei cartoons e quella del jazz.

 

domenica 12 marzo, ore 14 masterclass, ore 20.30 concerto, Teatro Sociale

IL CANTO DEL RITMO

 

Enzo Zirilli batteria e percussioni

Jason Rebellopianoforte

Marco Micheli contrabbasso

 

in apertura i Legno di Pero

Maurizio Berti pianoforte, tastiere

Giuliano Rosbasso elettrico

Andrea Varolobatteria

 

ingresso a pagamento

 

Enzo Zirilli è considerato uno dei più versatili e creativi batteristi dell’attuale scena musicale internazionale. Vive a Londra, dove si è da subito imposto come uno dei musicisti più richiesti del Regno Unito. Ha inciso ed è stato in tour con alcuni dei più importanti musicisti appartenenti alle aree del Jazz: Dado Moroni, Tom Harrel, Ares Tavolazzi, George Garzone, Peter Bernstein, Peter Washington, Ira Coleman, Rossana Casale, Marco Pereira, Charlie Mariano, Vittorio De Scalzi,  Omar Lye-Fook, Hamish Stuart, JimMullen Liane Carroll, GiladAtzmon.

Marco Micheli, dopo essersi diplomato in Contrabbasso al Conservatorio di Lucca, nel 1982 entra a far parte del gruppo di Ginger Baker.In seguito, porta avanti diverse collaborazioni sia con l’orchestra della Rai di Milano sia nell’ambito del Jazz con numerosi musicisti italiani e stranieri, come Lee Konitz,Kenny Wheeler, Chet Baker, MitchelForman, Tony Scott, Gianluigi Trovesi, Phil Woods, Bill Elgart, Gigi Cifarelli, MiroslavVitous, Norma Winstone, Francesco Sotgiu, Dick de Graaf, George Garzone, Jimmy Owens, Franco Ambrosetti, Enrico Rava, John Taylor, Riccardo Zegna, Cedar Walton, Pietro Tonolo, LewTabackin, Naco, Christian Meyer, Dado Moroni, Alfred Kramer, Furio di Castri, No smoking band, Farrington band, John Surman. Ha partecipato ai festival jazz di Parigi, Gerusalemme, Montreal, Berlino, Toronto, Le Maan, Perugia, Vancouver, Zurigo, Madrid, Amsterdam. Al suo attivo annovera incisioni anche al di fuori dell’ambito jazzistico, fra gli altri, con Luciano Pavarotti.

Jason Rebello è emerso alla fine del 1980 come pianista jazz. Nei suoi 20 anni ha registrato tre album da solista, tra cui A ClearerView, prodotto da WayneShorter. Rebello ha anche lavorato con Jean Toussaint, Tommy Smith e Branford Marsalis. Nel 1998 Sting lo invita a unirsi alla sua band. Rebello in tour con Sting per i successivi sei anni registra tre album, Brand new day, …Allthis time,Sacred Love. In seguito diventa anche membro del gruppo di Jeff Beck, girando per sei anni in tour e registrando altri tre album. A maggio 2013 si ripropone come solista, pubblicando l’album Anythingbut look sul Lyte Record.

 

domenica 12 marzo, ore 17.30, Chiostrino di Sant’Eufemia

LA RIVOLUZIONE DI UN INCONTRO

rendezvous ’59 Miles Davis & Bill Evans

 

Roberto Quadroni sax contralto, soprano

Luca Garropianoforte

 

ingresso libero

 

Sono Luca Garro, stimato pianista, compositore e docente e Roberto Quadroni, noto sassofonista, autore e polistrumentista comasco, a rivisitare un incontro storico risalente a poco più di sessant’anni fa, fra due innovatori: il trombettista Miles Davis e il pianista Bill Evans. Una reinterpretazione improvvisata, dinamica, libera e coinvolgente, che vuole mettere a fuoco la genialità creativa e interpretativa che a partire dagli anni dell’incontro ha tracciato le tappe fondamentali della musica jazz.

 

lunedì 13 marzo, ore 20.30, Teatro Sociale

YO-YO MA E I MUSICISTI DELLA VIA DELLA SETA

Rassegna I lunedì del cinema – Il cinema va a teatro

 

Morgan Neville regia

Graham Willoughbyfotografia

Helen Kearns, Jason Zeldesmontaggio

Yo-yo Ma, KinanAzmeh, KayhanKalhor, Cristina Pato, Wu Man musiche e interpreti

 

ingresso a pagamento

 

Negli ultimi 15 anni, il Silk Road Ensemble si è riunito periodicamente per celebrare il potere universale della musica. Il collettivo internazionale del Silk Road Ensemble, che prende il nome dalle antiche rotte commerciali che congiungevano Asia, Africa ed Europa, è stato creato dal celebre violoncellista Yo-Yo Ma con lo scopo di mostrare come la musica abbia la capacità di oltrepassare i confini geografici, di unire le diverse culture e di ispirare sentimenti di speranza sia negli artisti stessi sia nel pubblico che li ascolta. Diretto dal regista del documentario premio Oscar “20 Feet from Stardom”, “Yo-Yo Ma e i Musicisti della Via della Seta” narra il susseguirsi delle vicende vissute dai membri del collettivo di artisti formato da più di 50 elementi tra strumentisti, cantanti, compositori, arrangiatori. Unendo le riprese delle performance del collettivo a immagini di repertorio e interviste personali ai singoli artisti, Morgan Neville racconta il viaggio percorso dal Silk Road Ensemble, un vivido ritratto di un coraggioso esperimento musicale fatto di passione, talento e sacrificio e dei legami che si sono instaurati grazie ad esso in tutto il mondo.

 

martedì 14 marzo, ore 21.30, Nerolidio Music Factory

PERCUSSION STAFF

 

ingresso libero

 

Marco Castiglioni batteria, congas, vibrafono, marimba, percussioni

Francesco D’Auria batteria, hang, tamburi ad acqua, tephonaxli, tamorra, zufoli, percussioni

Mauro Gnecchi batteria, flauto armonico, tamburi ad acqua, percussioni

Pietro Stefanoni batteria, percussioni

Fausto Tagliabue tromba, flicorno, marimba, vibrafono, pietre, zufoli, conchiglia, percussioni

 

Ensemble di percussioni che sa cantare con i suoni delle pelli, dei legni, dei metalli, con tutto ciò che può essere percosso, toccato, sfiorato, agitato. La magia del mondo delle percussioni, la continua ricerca timbrica dei numerosi strumenti utilizzati, i perfetti sincronismi ritmici, l’affiatamento fra gli artisti e la voglia di divertirsi e divertire fanno sicuramente parte della carta d’identità del gruppo che nasce nel lontano 1984 con la collaborazione di Gunter “Baby” Sommer incontrato in occasione di seminari tenuti presso il Crams di Lecco. Seguono tournee in Germania Est e in tutta Europa. Esibizioni nei luoghi più disparati, esplosive collaborazioni (Konrad e Johannes Bauer, DietmarDiesner, Gianluigi Trovesi), favoriscono la capacità di forzare i confini tradizionali dei concerti, avvicinando le esibizioni ad una forma di happening di cui l’elemento visivo, i corpi in movimento ne diventano parte imprescindibile.

 

mercoledì 15 marzo, ore 21.30, Nerolidio Music Factory

MARCO BIANCHI LEMON QUARTETT, presenta il nuovo album PIXEL

ingresso libero

 

Marco Bianchi vibrafono

Maurizio Aliffichitarra

Roberto Piccolo contrabbasso

Filippo Valnegribatteria

 

Si intitola Pixel l’album del vibrafonista Marco Bianchi, che per la prima volta si presenta al grande pubblico in veste di compositore, arrangiatore e produttore.

“Ho cercato di incidere il disco che avrei voluto sentire” afferma Marco Bianchi. Un album che non è facilmente “catalogabile” in quanto è ricco di spunti e riferimenti in una totale esigenza di libertà d’espressione: nei suoni, nei timbri, nei generi, nella struttura compositiva.

Marco Bianchi viene citato da Andrea Dulbecco come un degno rappresentante della nuova generazione di strumentisti e compositori jazz del panorama nazionale. Daniele Di Gregorio, in un’intervista, accosta il progetto discografico di Bianchi a quelli ben più famosi degli anni ‘70/80, ipotizzando quasi un omaggio del tipo “Gary Burton plays Frank Zappa” per l’impiego del vibrafono e per le forti influenze rock, jazz e fusion presenti nell’album.

 

SPECIALE SCUOLE

primarie, secondarie di primo e di secondo grado

 

lunedì 13 marzo, ore 9.30, Nota su Nota

LA STORIA DEL JAZZ

 

Evento a pagamento su prenotazione per un minimo di 30 partecipanti

Prenotazione obbligatoria entro il 1 marzo alla mail info@notasunota.it

 

La storia del jazz, che è anche la storia dei neri d’America e delle loro lotte per l’emancipazione, rivive nelle indimenticabili pagine della musica e attraverso i suoi protagonisti, dai mitici anni di New Orleans, Chicago, New York  fino al free jazz, al jazz rock e alla fusion. Un periodo dominato da figure di musicisti e interpreti di talento, Louis Armstrong, Duke Ellington, Ella Fitzgerald, Herbie Hanckock, Charlie Parker, TheloniousMonk e altri protagonisti vecchi e nuovi del jazz. L’esposizione del narratore viene alternata all’ascolto di brani di autori scelti eseguiti dal vivo da musicisti professionisti del settore, per dare modo ai ragazzi di immedesimarsi e lasciarsi coinvolgere da questo genere musicale per molti di loro ancora sconosciuto.

 

Coordinate Festival

Titolo Comin’ Jazz 2017

Date 9 – 15 marzo 2017

 

Info pubblico Ufficio Cultura Comune di Como

Tel. +39 031 252451/472 – cultura@comune.como.it

programma completo su www.visitcomo.eu

 

Ufficio Stampa

IBC Irma Bianchi Communication


amedit_cover_collection

Annunci