NAPOLI | LISISTRATA – COLEI CHE SCIOGLIE GLI ESERCITI | Teatro Piccolo Bellini

Posted on 20 gennaio 2017

0


Al Teatro Piccolo Bellini di Napoli, il 24 e 25 gennaio i Giovani del Laboratorio Territoriale delle Arti dell’Associazione Maestri di Strada

presentano

LISISTRATA – COLEI CHE SCIOGLIE GLI ESERCITI

Regia di Nicola Laieta, in collaborazione e con la partecipazione degli educ-attori dell’Associazione Trerrote

 lisistrata2_ph_claudia-nuzzo

Martedì 24 e Mercoledì 25 Gennaio, alle ore 21.15, al Teatro Piccolo Bellini di Napoliva in scena Lisistrata – Colei che scioglie gli eserciti da Aristofane, con la regia di Nicola Laieta.Per la prima volta l’Associazione Maestri di Strada presenta un proprio spettacolo nello storico teatro di via Conte di Ruvo grazie alla sensibilità e all’attenzione della direzione artistica con cui nascerà una futura collaborazione.

«Quando ho scelto Lisistrata, – spiega il regista Nicola Laieta – ho pensato alla guerra che giorno dopo giorno sempre più assedia la nostra fragile quotidianità, e lo ho confrontata con la coraggiosa e sfrontata ironia con cui i giovani della periferia, con i quali lavoro, affrontano le difficoltà e le guerre quotidiane che li circondano. La stessa ironia con cui Aristofane duemila anni fa risollevò i greci dalla tragedia della guerra con un’esilarante commedia sulla pace. Lisistrata incita le sue concittadine a una rivoluzione personale, e non sempre la voce di chi chiede di ridestarci dalle abitudini e i percorsi consueti, è ben accetta o accolta con entusiasmo poiché ci appare un invito a complicarci la vita piuttosto che a renderla più semplice».

Lisistrata di Aristofane è interpretata dai giovani allievi del Laboratorio Territoriale delle Arti dei Maestri di Strada attivo nella periferia di Napoli Est, insieme agli educ-attori dell’AssociazoneTrerrote, con le coreografie di Ambra Marcozzi, i costumi di Annalisa Ciaramella e le scene di Peppe Cerillo.

lisistrata_ph_claudianuzzo

Duemilacinquecento anni fa i greci, dopo aver affrontato insieme il nemico esterno, cominciano a scannarsi tra di loro nella guerra del Peloponneso. La tragedia è grande ma Aristofane ne fa una commedia, inventandosi lo sciopero dell’amore di Lisistrata e delle donne per la pace  sullo sfondo tragico della lotta fratricida. Quando a questa commedia hanno assistito le famiglie dei nostri giovani allievi, anch’esse schierate in opposte fazioni di una guerra che insanguina le nostre periferie in modo cronico, riunite di nuovo insieme, hanno riso e si sono commosse come i greci di due millenni orsono: le emozioni non cambiano nel tempo. Lo sciopero del sesso  che Lisistrata conduce insieme alle giovani ateniesi affinché termini la guerra fratricida che insanguina la Grecia, è stato rappresentato più volte e ha ispirato riproposizioni importanti e divertenti da Monicelli a Spike Lee fino a RaduMihăileanu che  riscrisse qualche anno fa una versione di Lisistrata ambientata nel mondo medio-orientale ispirandosi ad un fatto realmente accaduto: in un villaggio della Turchia, le donne improvvisarono uno sciopero del sesso per ottenere maggiore rispetto e ascolto dai loro uomini nonché il loro aiuto nel lavoro quotidiano del villaggio.Una storia vera che racconta il cambiamento di un piccola comunità musulmana , per affermare la necessaria partecipazione attiva delle donne alla vita sociale come nell’Atene sognata di Aristofane.

Il presidente di Maestri di Strada, Cesare Moreno racconta così Lisistrata: «Syria (la giovane attrice che interpreta Lisistratan.d.r.) quando si muove sul palco, non muove il suo corpo ma dirige un’orchestra: gli attori sulla scena e il pubblico sono nelle sue mani. Anche dopo tante prove, la sera della prima sono stato rapito dallo spettacolo in un modo che mi auguro possa coinvolgere i fortunati spettatori che parteciperanno alle repliche del Bellini».

Per info e prenotazioni:  comunicazione@maestridistrada.it –3202166484

http://www.teatrobellini.it/spettacoli/196/lisistrata

 

Lisistrata– colei che scioglie gli eserciti

da Aristofane

adattamento e regia Nicola Laieta

coreografia Ambra Marcozzi

scene Peppe Cerillo

costumi Annalisa Ciaramenella

con Domenico Bisogni, Agostino Borroso, Gabriele Buo, Filomena Carillo, Nadia Carfagna, Alessio Dalia, Antonio D’Amato, Giuseppe di Somma, Giuseppe Esposito, Salvatore Esposito, SiryaGiulietti, Francesco Giglio, Maria Improta, Patrizia Guadagnolo, Francesca Liberti, Carmine Marino, Giulia Menna, Gaetana Napolitano, Luca Navarra, Lucia Noviello, Gennaro Pantaleno,  Chiarastella Riccio, Martina Scognamiglio, Gianluigi Signoriello

produzione Maestri di Strada Onlusin collaborazione con Trerrote con il sostegno del Centro Giovanile Asterix di San Giovanni a Teducccio


emeroteca_amedit

Annunci