MILANO | Alessandro Di Vicino Gaudio | Ego – Jump – A dive into the future | Galleria Schubert

Posted on 12 dicembre 2016

0


Alessandro Di Vicino Gaudio

“Ego – Jump – A dive into the future”

galleria_shubert

Martedì 17 gennaio 2017, alle ore 18.30 inaugura la mostra “Ego – Jump – A dive into the future”, la seconda personale dell’artista Alessandro di Vicino Gaudio presso la Galleria Schubert (Via Sirtori 11 – 20129, Milano).

La mostra, curata da Giulia Kimberly Colombo, rappresenta un’evoluzione concettuale dell’esposizione precedente e approfondisce ulteriormente le tematiche relative al ruolo dell’Uomo nel presente storico e al suo rapporto con la società, la tecnologia e il futuro. Alessandro di Vicino Gaudio prosegue nella sua indagine artistica e sociologica, portando al pubblico una nuova serie di lavori realizzati con una tecnica mista: la pittura e il video sono impiegati in modo assolutamente originale in quadri “animati” di grande immediatezza e impatto visivo. Le opere dell’artista si configurano come finestre su un mondo problematico, afflitto da ingiustizie e violenza, da comunicazioni sempre più rapide ma prive di un reale significato, dall’isolamento emotivo prodotto da una società spersonalizzata e dedita solo al profitto. In questa lettura Alessandro di Vicino Gaudio non cede mai al patetismo o alla malinconia per una passata “età dell’oro” che non potrà più ripresentarsi, e si mostra critico attento e mai banale dei fenomeni contemporanei, calato nel presente con l’intenzione di innescare un cambiamento. In opere in cui si mescolano ironia, disappunto ma anche speranza per il futuro, l’artista dimostra di essere un attore dinamico e attivo della stessa società che ritrae.

Alessandro Di Vicino Gaudio nasce a Napoli nel 1985; vive e lavora a Milano. Si diploma nel 2004 in pittura all’Istituto Statale d’Arte “F.Russoli” di Pisa. Del 2014 sono le mostre “Organic and Bionic” e “Brame”, sovvenzionate dal Festival Mercantia. Del 2015 invece è la prima mostra alla Galleria Schubert di Milano, “Hybrids”. Sempre nel 2015 la sua serie “Icon makes icons” viene scelta tra le opere del contest “Art on iconic shapes” ed esposta a Milano e Bari insieme a Bansky e Obey.

Giulia Kimberly Colombo (1991) è una giovane curatrice in erba, laureanda in Storia e Critica dell’Arte presso l’Università degli Studi di Milano.

Vernissage martedì 17, ore 18.30

Dal 17 gennaio al 3 febbraio Da martedì al venerdì, 15-19

Chiuso sabato, domenica, lunedì e festivi

Catalogo con un racconto inedito di Antonio Alvares

info: http://www.schubert.it/gaudio2


emeroteca_amedit

Annunci