MILANO | CONVERSAZIONE MONDANA, AMOROSA E LIBERTINA | Circolo dei Lettori – Fondazione AdolfoPini

Posted on 9 dicembre 2016

0


Al Circolo dei Lettori – Fondazione AdolfoPini

per la serie “Conversazioni fra amiche che leggono”

Benedetta Craveri ci conduce nell’arte del conversare

CONVERSAZIONE MONDANA, AMOROSA E LIBERTINA

Giovedì 15 dicembre ore 18.30

Fondazione Adolfo Pini Corso Garibaldi 2, Milano (ingresso libero fino a esaurimento posti)

invito-circolo-dei-lettori-fondazione-pini_15dicembre2016

Conversazione mondana, amorosa e libertina: questo il titolo del nuovo incontro dedicato alla storia dell’arte del conversare, raccontata da Benedetta Craveri, che giovedì 15 dicembre alle ore 18.30 animerà il salotto milanese del Circolo dei Lettori – Fondazione Adolfo Pini, per la serie Conversazioni fra amiche che leggono.

La consuetudine a riunire amici, brillanti personalità e preziose intelligenze, nota come l’arte del conversare, è antica, risale al Cinquecento italiano. Poi, però, trasmigra e si sviluppa in Francia, diventando molto importante per quella cultura, incidendo perfino sul costituirsi della nazione. Prendendo le mosse dal suo libro più recente, dedicato a quei seduttori, nella vita e nel pensiero, che furono Gli ultimi libertini (Adelphi), Benedetta Craveri ci porterà nei più vivaci e arguti salotti francesi, dal Seicento fino ai giorni della Rivoluzione, quando la storia dell’Europa cambiò per sempre,e ci introdurrà alle soavi e insieme ferree regole che sottendono alla civiltà della conversazione: divertire e divertirsi attraverso la parola, conoscere e usare le buone maniere, mostrare curiosità e interesse per l’altro, incoraggiarlo a dare il meglio di sé. Regole di seduzione mondana che potrebbero valere anche in amore. Frastornati come siamo dalla violenza verbale dei media, solitari e narcisi su Facebook, ormai quasi incapaci di tenere una “civil conversazione”, sarà un vero piacere ascoltarla.

Benedetta Craveri vive tra Roma, Parigi e Napoli, dove insegna Letteratura francese all’università Suor Orsola Benincasa. E’ socia corrispondente dell’Accademia dei Licei. I suoi libri, tutti pubblicati da Adelphi, sono: Madame du Deffand e il suo mondo (1982), La civiltà della conversazione (2001), Amanti e regine (2005), Maria Antonietta e lo scandalo della collana (2006), Gli ultimi libertini (2016). Nato dall’incontro tra la Fondazione di Corso Garibaldi, dedicata alla promozione delle arti, e la curatrice ed editor indipendente Laura Lepri, il Circolo dei Lettori – Fondazione Adolfo Piniprosegue la propria missione volta a promuovere l’interesse per la lettura e la letteratura, dopo essere divenuto un punto di riferimento milanese per appassionati di libri, autori ed editori nei suoi primi tre anni densi di incontri e progetti: più di 70 gli appuntamenti letterari organizzati per adulti e bambini, più di 80 i libri presentati, oltre 150 gli autori ospitati tra i quali Dacia Maraini, Francesco Piccolo (Premio Strega 2014), Andrea Vitali, Marco Missiroli (Premio Campiello Opera prima 2006), Vittorio Sgarbi (storico e critico d’arte), Piero Dorfles (giornalista e critico letterario), Luca Formenton (presidente della casa editrice Il Saggiatore).

Fin dalla sua creazione Il Circolo dei Lettori si è identificato con una specifica vocazione di promozione della lettura declinando gli appuntamenti per tipologie diverse di lettore. Costruiti sulla falsariga delle collane editoriali, i vari cicli di incontri disegnano una mappa che favorisce l’orientamento e l’approfondimento di fronte alla sovrabbondanza della produzione editoriale contemporanea. Otto gli itinerari proposti: Incontri con gli scrittori; Le conversazioni tra amiche che leggono; Raccontami la storia; Leggere le città; Leggere i Classici; Giovani talenti; A due voci; Scelti da noi.

Fondazione Adolfo Pini Nata nel 1991 per volontà di Adolfo Pini (1920-1986), la Fondazione che porta il suo nome ha sede a Milano nell’elegante palazzina di fine Ottocento in corso Garibaldi 2. Oltre ad Adolfo Pini, uomo di scienza e docente di fisiologia, qui ebbe dimora e studio il pittore Renzo Bongiovanni Radice (1899-1970), zio materno di Pini, che fu una figura chiave nella formazione culturale del nipote, guidandone in particolare l’interesse verso le arti. Per volontà di Adolfo Pini la Fondazione è dedicata alla memoria dello zio con l’obiettivo di promuoverne e valorizzarne l’opera pittorica, attraverso studi e mostre, e il sostegno ai giovani artisti attivi in tutte le arti, con borse di studio, offerte formative e altre iniziative. Essa promuove inoltre anche la figura di Adolfo Pini che, accanto alla sua attività scientifica, fu anche scrittore, poeta, compositore e appassionato d’arte, rappresentando una perfetta sintesi di cultura scientifica e umanistica. Tra le iniziative promosse dalla Fondazione Adolfo Pini vi è il Circolo dei Lettori, a cura di Laura Lepri, Storie Milanesi, a cura di Rosanna Pavoni e nuovi progetti dedicati all’arte contemporanea,a cura di Adrian Paci, che coinvolgono in particolar e giovani artisti.

Giovedì 15 dicembre, ore 18.30

CONVERSAZIONE MONDANA, AMOROSA E LIBERTINA

Con Benedetta Craveri

Fondazione Adolfo Pini Corso Garibaldi 2, Milano

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Informazioni: T. 02 874502 http://www.fondazionepini.it

Facebook: Fondazione Pini

Ufficio stampa Fondazione Adolfo Pini ddl studio T +39 02 8905.2365

Alessandra de Antonellis E-mail: alessandra.deantonellis@ddlstudio.net T 339 3637.388

Laura Cometa E-mail: laura.cometa@ddlstudio.net T 327 1778443


emeroteca_amedit

Annunci