MILANO | IO, AGAMENNONE. GLI EROI DI OMERO | Giulio Guidorizzi racconta il suo ultimo libro

Posted on 11 settembre 2016

0


Al Circolo dei Lettori – Fondazione Adolfo Pini Giulio

Guidorizzi racconta il suo ultimo libro Io, Agamennone. Gli eroi di Omero (Einaudi)

insieme a Giorgio Ficara ed Erika Renai

I NOSTRI EROI

Giovedì 15 settembre ore 18.30

Fondazione Adolfo Pini

Corso Garibaldi 2, Milano

(ingresso libero fino ad esaurimento posti)

copertina-io-agemennone_guidorizzi

Giovedì 15 settembre alle ore 18.30, il Circolo dei Lettori – Fondazione Adolfo Pini, riprende i suoi incontri con un nuovo appuntamento dal titolo I nostri eroi, dedicato al libro Io, Agamennone (Einaudi) – fra i più letti e amati dell’estate – di Giulio Guidorizzi, studioso del mondo greco. Insieme all’autore converserà Giorgio Ficara, saggista e scrittore mentre le pagine più belle saranno lette da Erika Renai. Scritto con potente suggestione narrativa, Io, Agamennone è il racconto degli Eroi di Omero, combattenti che portano la guerra dalla Grecia a Troia. Agamennone è il loro comandate in capo, rappresentate dell’autorità reale. Insieme a lui compaiono Ulisse, Achille, Paride, Priamo, la bella Elena, Clitennestra, Cassandra, uomini e donne le cui gesta ci accompagnano da sempre. Perché insieme a loro il lettore riconosce l’energia virile, la forza della vita, la sofferenza la pietà, l’ira, l’amore, il dolore, la nostalgia della propria dimora e, insieme a questi sentimenti, l’impulso a narrare che l’uomo ha provato fin dalla giovinezza della civiltà.

Giulio Guidorizzi grecista, traduttore, studioso di mitologia classica e di antropologia del mondo antico, è professore ordinario di Letteratura Greca presso l’Università di Torino. Tra i suoi titoli più recenti: Il mito greco (Meridiani Mondadori, 2009-2012) Ai confini dell’anima. I greci e il sogno (2013); La trama segreta del mondo (2015).

Giorgio Ficara scrittore e saggista, è professore di Letteratura Italiana all’Università di Torino. Ha insegnato negli Stati Uniti a UCLA, a Stanford e alla Columbia University. Tra i suoi libri più recenti: Stile Novecento (2007); Riviera (2010); Montale sentimentale (2012); Lettere non italiane (2016). Collabora al “Sole 24 Ore”.

Erika Renai è diplomata presso la scuola del Piccolo Teatro di Milano. Ha lavorato con Luca Ronconi, Peter Stein, Gianfranco De Bosio e con il Maestro Giorgio Gaslini. Ha collaborato con Rai Tre e RAI Storia. In questa stagione sta presentando il monologo dal titolo E fu chiamata donna.

Nato dall’incontro tra la Fondazione di Corso Garibaldi, dedicata alla promozione delle arti, e la curatrice ed editor indipendente Laura Lepri, il Circolo dei Lettori – Fondazione Adolfo Pini prosegue la propria missione volta a promuovere l’interesse per la lettura e la letteratura, dopo essere divenuto un punto di riferimento milanese per appassionati di libri, autori ed editori nei suoi primi due anni densi di incontri e progetti: oltre 70 gli appuntamenti letterari organizzati per adulti e bambini, più di 60 i libri presentati, oltre 100 gli autori ospitati tra i quali Dacia Maraini, Francesco Piccolo (Premio Strega 2014), Andrea Vitali, Marco Missiroli (Premio Campiello Opera prima 2006), Vittorio Sgarbi (storico e critico d’arte), Piero Dorfles (giornalista e critico letterario), Luca Formenton (presidente della casa editrice Il Saggiatore).

Fin dalla sua creazione Il Circolo dei Lettori si è identificato con una specifica vocazione di promozione della lettura declinando gli appuntamenti per tipologie diverse di lettore. Costruiti sulla falsariga delle collane editoriali, i vari cicli di incontri disegnano una mappa che favorisce l’orientamento e l’approfondimento di fronte alla sovrabbondanza della produzione editoriale contemporanea. Otto gli itinerari proposti: Incontri con gli scrittori; le Conversazioni tra amiche che leggono; Raccontami la storia; Leggere le città; Leggere i Classici; Giovani talenti; A due voci; e Scelti da noi.

Fondazione Adolfo Pini Nata nel 1991 per volontà di Adolfo Pini (1920-1986), la Fondazione che porta il suo nome ha sede a Milano nell’elegante palazzina di fine Ottocento in corso Garibaldi 2. Oltre ad Adolfo Pini, uomo di scienza e docente di fisiologia, qui ebbe dimora e studio il pittore Renzo Bongiovanni Radice (1899-1970), zio materno di Pini, che fu una figura chiave nella formazione culturale del nipote, guidandone in particolare l’interesse verso le arti. Per volontà di Adolfo Pini la Fondazione è dedicata alla memoria dello zio con l’obiettivo di promuoverne e valorizzarne l’opera pittorica, attraverso studi e mostre, e il sostegno ai giovani artisti attivi in tutte le arti, con borse di studio, offerte formative e altre iniziative. Essa promuove inoltre anche la figura di Adolfo Pini che, accanto alla sua attività scientifica, fu anche scrittore, poeta, compositore e appassionato d’arte, rappresentando una perfetta sintesi di cultura scientifica e umanistica. Tra le iniziative promosse dalla Fondazione Adolfo Pini vi è il Circolo dei Lettori, a cura di Laura Lepri, Storie Milanesi, a cura di Rosanna Pavoni e un nuovo progetto artistico che coinvolge sia studenti di NABA Nuova Accademia delle Belle Arti di Milano sia dell’Accademia di Brera, a cura di Adrian Paci.

Giovedì 15 settembre, ore 18.30

I NOSTRI EROI

con Giulio Guidorizzi, Giorgio Ficara ed Erika Renai

Fondazione Adolfo Pini Corso Garibaldi 2, Milano

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Informazioni: T. 02 874502 http://www.fondazionepini.it

Facebook : Fondazione Pini

Ufficio stampa Fondazione Adolfo Pini ddl studio T +39 02 8905.2365

Alessandra de Antonellis E-mail: alessandra.deantonellis@ddlstudio.net T 339 3637.388

Laura Cometa E-mail: laura.cometa@ddlstudio.net T 327 1778443


emeroteca_amedit

Annunci