LA CANTIGA DE LA SERENA | La serena | dal 30 giugno nei negozi di dischi e nei digital store

Posted on 24 giugno 2016

0


LA CANTIGA DE LA SERENA

la serena”

dal 30 giugno nei negozi di dischi e nei digital store

Cantiga_copertina_cd_Giorgia

© Workin’ Label 2016 / Ird distribution

FABRIZIO PIEPOLI voice, santur, shruti box, tar

GIORGIA SANTORO flute, bass flute, piccolo, bansuri, voice, castanets, cymbals

ADOLFO LA VOLPE oud, cittern, saz,  indian harmonium

Il Videoclip de “La Serena”
https://www.youtube.com/watch?v=RhvRowABSRM

La serena” è la prima pubblicazione discografica del trio La Cantiga de la Serena, formazione nata nel 2008 dall’incontro tra Giorgia Santoro, Adolfo La Volpe e Fabrizio Piepoli con l’intento di recuperare e rielaborare la musica antica del bacino del Mediterraneo, vero e proprio ponte culturale tra Occidente e Oriente.

Il repertorio si basa sul recupero delle antiche danze medievali, espressione di gioia e creatività nella musica del Medioevo, dei canti cristiani di pellegrinaggio e devozione (Cantigas de Santa Maria), delle antiche cantighe, coplas e romanze sefardite -espressione della cultura e delle tradizioni degli ebrei spagnoli (vittime della “diaspora” dalla Spagna e dal Portogallo alla fine del ‘400). Danze solenni dai ritmi coinvolgenti con melodie ricche di salti inaspettati che richiamano gli sperimentalismi moderni; il viaggio dei pellegrini che si recavano al Monastero di Monsterrat e durante le notti di vigilia in Chiesa, cantavano e ballavano semplici melodie folk spagnole miste alla musica complessa ed elegante proveniente dalle tecniche italiane e francesi; un viaggio nella musica ebraico-sefardita che nel suo millenario peregrinare lungo le coste del Mediterraneo ha saputo accogliere in se le influenze celtiche della Galizia spagnola e del Portogallo, i ritmi ipnotici ed incantatori dei nomadi berberi, la raffinata tecnica improvvisativa del maqam islamico, i tempi dispari della musica greca e balcanica.

Un esempio di come diverse culture e religioni possano convivere pacificamente e sopravvivere nei secoli attraverso l’esperienza musicale e al tempo stesso la testimonianza di un’epoca in cui le tradizioni musicali appartenenti a popoli differenti si mescolavano ed arricchivano a vicenda in maniera naturale, nella vita di tutti i giorni.

La Cantiga de la Serena esegue tale patrimonio attraverso la libera espressione del proprio modo di sentire e filtrare tale tradizione, con l’utilizzo di strumenti che appartengono a diverse culture musicali, mediante un’esecuzione che lascia ampio spazio ai momenti improvvisativi. Il gruppo ha alle spalle un lungo percorso di ricerca e rielaborazione del repertorio e numerose performance in Italia e all’estero.


TRACKLIST

1) LA SERENA

2) HIJA MIA MI QUERIDA

3) OMORFOULA / ODE E L’ELI

4) SI VERIAS

5) REIS GLORIOS

6) ASENTADA

7) UNE NUITE SI LONGUE

8) YO M’ENAMORI D’UN AIRE

9) A MADRE DO QUE A BESTIA

_____________________________________________________________________________

TOUR DATE

> 9 luglio La Cantiga de la Serena feat. NABIL – Castello di Copertino (le)

> 15 luglio Torre Costiera di Torre Lapillo (Le)

> 22 luglio La Cantiga de la Serena feat. NABIL e Pippo D’Ambrosio – Festival Note di Notte – Capurso (Ba)

> 24 luglio House Concert – Lecce

BIOGRAFIE

FABRIZIO PIEPOLI Cantante, polistrumentista, compositore, didatta della voce. Barese di nascita (all’anagrafe Pasquale Piepoli), è attivo da un ventennio sulla scena musicale italiana. Formatosi intorno alla metà degli anni ’80 all’interno della scena rock new-wave ha parallelamente coltivato un interesse profondo per la musica celtica e per le tradizioni musicali del mediterraneo, specializzandosi in particolare nel repertorio sefardita. Successivamente si è avvicinato allo studio della musica antica, dal gregoriano fino al Barocco. Nella sua voce la ricercatezza del pop new-wave, i melismi delle tradizioni mediterranee e le eteree incursioni nel registro di contro-tenore si fondono con naturalezza. L’estensione, le nuances timbriche, il frequente ricorso alla tecnica del looping vocale sono completamente al servizio di un’espressività pulsante ed estatica. E’ dal ’98 voce del gruppo di world music Radicanto, col quale ha all’attivo un’ampia discografia, nonché musiche per cinema, tv, teatro. Con Giuseppe De Trizio (Radicanto) e Claudio Prima (Adria, Bandadriatica) fonda il trio di world music Tabulè. Annovera collaborazioni con: Raiz (che accompagna da alcuni anni nello spettacolo “Musica immaginaria mediterranea”), Lucilla Galeazzi, Almamegretta, Teresa De Sio (nel tour di “Riddim a Sud” con Roy Paci, Mau Mau, Raiz, Peppe Voltarelli, Agricantus), Ensemble Calixtinus, Michel Godard, Ensemble Micrologus, Mohssen Kasirossafar, Jamal Ouassini e orchestra arabo-andalusa di Tangeri, Eugenio Colombo, Bobby McFerrin, David Murray, Orchestra del Conservatorio di Monopoli. Nella primavera del 2011 partecipa al progetto “Un’ala di riserva – messa laica per Don Tonino Bello” curato da Michele Lobaccaro, che vede, tra gli altri, la presenza di artisti quali Battiato, Caparezza, Radiodervish. Nell’ottobre 2012 esce il libro-cd “I suoni dell’altro -le musiche dell’ascesi” curato da Fratel Michael Davide e Michele Lobaccaro, che raccoglie musiche sacre della tradizione cristiana, ebraica e islamica eseguite dall’ensemble Tre volte Dio di cui è voce leader, con la partecipazione speciale del celebre flautista sufi Kudsi Erguner. Nel 2011 esce il suo cd “Autumn Sessions”, dedicato alla rilettura di alcune ballate della tradizione irlandese, scozzese e inglese, unite ad alcuni classici di songwriters come Bert Jansch e John Martyn, in una rilettura ispirata al folk progressivo dei primi anni ’70. Con L’Orchestra del Conservatorio di Monopoli, sotto la direzione del M° Manfredo di Crescenzo, è stato tenore solista nelle seguenti produzioni: 2013 Magnificat (Antonio Vivaldi), 2014 Nelson Mass (Joseph Haydn), 2015 Stabat Mater (Arvo Pärt). E’ docente di canto e tecniche vocali presso la World Music Academy (Ex-Fadda, San Vito dei Normanni) e Crescendo Music Lab (studi di registrazione Crescendo, Corso Alcide De Gasperi 320 – Parco Di Cagno Abbrescia, Bari).

GIORGIA SANTORO si è diplomata brillantemente in FLAUTO TRAVERSO presso il Conservatorio “T. Schipa” di Lecce, sotto la guida del M° Salvatore Stefanelli e in JAZZ (col massimo dei voti) sotto la guida del M° Luigi Bubbico. Si è inoltre specializzata in OTTAVINO (con 10 e lode) con il M° Giuseppe Contaldo presso il Conservatorio”Morlacchi” di Perugia. Ha conseguito il Diploma Accademico di II livello in MUSICA JAZZ (con 110) sotto la guida del M° Gianni Lenoci presso il Conservatorio “N. Rota” di Monopoli e il Diploma Accademico di II livello in Didattica dello strumento, classe di abilitazione AG77 FLAUTO (con la votazione di 100/100 e lode), presso il Conservatorio “N. Rota” di Monopoli. Ha infine conseguito il Diploma Accademico di II livello in FLAUTO percorso formativo solistico (con la votazione di 110/110 e lode) presso il Conservatorio “T. Schipa” di Lecce, sotto la guida del M° Salvatore Stefanelli.
Ha frequentato numerosi Corsi di perfezionamento in flauto e ottavino in tutta Italia e all’estero, Corsi di formazione orchestrale, un Corso di attività d’insieme del solista con l’orchestra, Corsi di Perfezionamento nell’improvvisazione Jazz (con i Maestri Giorgio GASLINI, Nicola STILO, Sante PALUMBO, Stefano BATTAGLIA, Paolo DAMIANI, Maurizio GIAMMARCO, Butch MORRIS, Joelle LEANDRE, Marcus STOCKHAUSEN, Eugenio COLOMBO, Jean Derome e Joane HETU, William PARHER, Kent CARTER, Steve POTTS, Greg BURK, ecc.).
E’ inoltre vincitrice di importanti Concorsi Nazionali ed Internazionali. Vincitrice dell’audizione tenuta dall’orchestra della Magna Grecia e dell’Orchestra Giovanile della Regione Puglia, ha inoltre ottenuto l’idoneità nell’audizione tenuta dall’Orchestra della Fondazione I.C.O.“T.Schipa” di Lecce con la quale collabora dal 2001. Ha partecipato alle clinics di Umbria Jazz vincendo la borsa di studio di 5000§ per il Berklee College of Music di Boston; ha inoltre vinto la borsa di studio presso il Corso di Alto Perfezionamento orientato allo studio del Jazz tenuto dal M° Giorgio GASLINI; ha ricevuto una borsa di studio come”Migliore diplomata A.A.2001/2002”; ha inoltre vinto la borsa di studio per il corso di improvvisazione tenuto dal M° Buth MORRIS nell’ambito del festival Roccella Jonica Jazz.
Ha collaborato con personaggi di fama internazionale: è stata 1°flauto dell’Orchestra giovanile dell’Università di Lecce sotto la direzione del M° Riccardo MUTI; ha eseguito numerosi concerti da solista in duo con il tenore Andrea BOCELLI con il quale ha realizzato un video trasmesso in tutto il mondo; ha eseguito concerti con i soprani Katia RICCIARELLI e Hong MEI NIE’e con il tenore Josè Carreras. Ha partecipato alle tourneè di Andrea BOCELLI, Claudio BAGLIONI, ZUCCHERO, Umberto BINDI e Renato ZERO, con il quale ha registrato due CD. Nell’ambito della musica contemporanea, ha collaborato con i compositori Giorgio GASLINI, Alessandro SOLBIATI, Marco BETTA, Michele DALL’ONGARO, Raffaele BELLAFRONTE, Salvatore SCIARRINO, Luis DE PABLO, Roberto BECCACECI, Kaija SAARIAHO, Emanuele CASALE, Francesco FILIDEI, Geoffroy DROUIN, Sylvano BUSSOTTI, Karola OBERMŰLLER, Curt CACIOPPO, Ivan FEDELE. Partecipa inoltre a varie trasmissioni televisive trasmesse dalla RAI e da MEDIASET ed è stata scelta dal regista Ferzan OZPETEK per girare alcune scene del suo ultimo film “Mine vaganti”. Ha registrato la colonna sonora del film “Nuovomondo” di Emanuele Crialese e del film “Ballkan Bazar” di Edmond Budina. Ha inoltre registrato per una televisione nazionale tedesca, eseguendo in prima assoluta un proprio brano.
Svolge attività concertistica in Italia e all’estero come solista, in orchestra ed in varie formazioni cameristiche. Ha eseguito concerti per importanti Associazioni e Teatri ed ha collaborato con prestigiose orchestre: sotto la direzione dei Maestri Riccardo Muti, Bruno Aprea, Luigi Piovano, Renato Serio, Marcello Rota, Pippo Caruso, Marco Frisina, Marco Berdondini, Carlo Palleschi, Nicola Samale, Gherghe Stanciu, Balazs Kocsar, Reinhard Seehafer, Bruno Aprea, Luis Bacalov, Elio Boncompagni, etc.
Dal 2001 collabora in qualità di 1° flauto, 2° flauto e ottavino con l’Orchestra I.C.O. “T. Schipa” di Lecce, con l’Orchestra della Magna Grecia di Taranto e Potenza e con l’Orchestra della Provincia di Bari. E’ promotrice dei progetti “Tran(ce)formation Quartet”, “Déjà vu” e “La Cantiga de la Serena”, gruppo con il quale ha ricevuto il premio “Notte di Note 2011”.

ADOLFO LA VOLPE – (oud, chitarra portoghese, bouzouki irlandese, saz, cetra corsa, mandola, harmonium) Ha studiato tra gli altri con Mick Goodrick, Joe Diorio, John Scofield, Pat Metheny, Barney Kessel, Joelle Leandre, Carlos Zingaro, Jean Derome, Joanne Hetu, Markus Stockhausen e Gianni Lenoci, sotto la guida del quale ha conseguito il diploma accademico di II livello in discipline musicali – musica jazz presso il Conservatorio di Monopoli, ed inoltre un master di I livello in “musica jazz e nuovi linguaggi musicali”. Pratica e studia inoltre alcune musiche di tradizione e gli strumenti musicali ad esse correlati (oud, chitarra portoghese, irish bouzouki, saz, banjo, etc.). Ha tenuto concerti in Italia e all’estero (Francia, Svizzera, Spagna, Portogallo, Germania, Austria, Turchia, Russia, Cina), inciso –tra progetti personali e collaborazioni- una quarantina di cd, pubblicati da etichette discografiche italiane, olandesi, inglesi e canadesi, e suonato –tra gli altri- con Eugenio Colombo, Gianni Lenoci, Steve Potts, Stefano Battaglia, Daniele Di Bonaventura, Pino Minafra, Paolo Damiani, William Parker, Karl Berger, Kent Carter. E’ attualmente membro degli ensembles: “Tran(ce)formation Quartet” “l’Escargot”, “Forè”, “Raiz”, “Radicanto”, “Radiodervish”, “Calixtinus”, “Chaque Objet”, e della compagnia di danza “Qualibò”, per la quale –oltre a comporre ed eseguire le musiche di scena- si occupa della direzione musicale del Festival “Visioni di (p)arte”, nonché della sezione danza del Teatro Comunale di Ruvo di Puglia. Ha composto ed eseguito musica per danza contemporanea, teatro, cinema.

Maggiori informazioni
http://goo.gl/kX5n0J

IL VIDEO PROMO
https://www.youtube.com/watch?v=OS8Ji1RbM5o

il CROWDFUNDING SU PRODUZIONI DAL BASSO
http://bit.ly/25OQPXB

LA CANTIGA DE LA SERENA” su Facebook:

https://www.facebook.com/lacantigadelaserena?fref=ts

_____________________________________________________________________________

IL CATALOGO WORKIN’ LABEL
http://www.workinproduzioni.it/cd-shop/cd-shop.html

WORKIN’ LABEL ETICHETTA – MANAGEMENT – UFFICIO STAMPA

Associazione Culturale L’Orchestrina

via C. Piaggia, 6 Lecce tel. 329.4123339 fax 0832.1830322

www.workinproduzioni.it workinmusic@gmail.com


Il nuovo numero della rivista Amedit è uscito, come da tradizione, il giorno 23. Ben 28 articoli di letteratura, musica, cinema, arte, scienza, costume e società.
__________________
CLICCA SULL’IMMAGINE DI COPERTINA PER SAPERNE DI PIU’
Per richiedere una copia della rivista cartacea scrivere a: amedit@amedit.it
Annunci
Posted in: Eventi & News, Musica