BOLOGNA DENTRO LE CAMPANE DEL VETRO | WHITE BIN | 7 maggio 2016

Posted on 5 maggio 2016

0


HERA PRESENTA “WHITE BIN”

IL PROGETTO GRAZIE AL QUALE LE CAMPANE DEL VETRO DIVENTANO OGGETTI DI STREET ART

Tristan 2
Cinque artisti, tra i più conosciuti nella scena underground italiana, saranno chiamati a interpretare il tema della rinascita sulle campane per la raccolta differenziata del vetro, che per l’occasione si presenteranno bianche.
Cinque luoghi di Bologna, cinque campane del vetro, cinque artisti: questi gli ingredienti di White Bin, il nuovo progetto presentato da Hera in collaborazione con l’associazione culturale Sabotage. La sfida, un’esperienza di riqualificazione urbana che combina street art e contenitori dei rifiuti, è stata raccolta da Night B Night, Reqvia, Francis & Nervos, Tristan e Gear 27, importanti street artist italiani tutt’ora attivi sul nostro territorio.
Dalle 10 alle 20 di sabato 7 maggio, infatti, saranno loro a intervenire su 5 contenitori per la raccolta del vetro, trasformandoli in opere d’arte sotto gli occhi dei cittadini, durante un vero e proprio evento di live painting.
Le campane del vetro, appositamente realizzate in bianco dal Gruppo Hera, potranno così rinascere simultaneamente in 5 punti diversi del centro di Bologna.
L’idea nasce da una riflessione sull’identità visiva delle nostre città e intende rilanciare in modo originale il tema dello sviluppo creativo dell’ambiente urbano.
Il curatore della prima edizione di White Bin è Pietro Rivasi, dal 2002 organizzatore di Icone, primo festival italiano dedicato alla street art.
“White Bin” è pensato per celebrare due momenti.
Il primo è l’attività di writer e street artist, che da sempre utilizzano infrastrutture e suppellettili urbane per lasciare i loro segni, rivendicando lo spazio pubblico come luogo originario della libertà d’espressione.
L’altro è il concetto di “rinascita”, di “seconda vita”, tratto distintivo che definisce la vocazione stessa dell’arte urbana, continuamente impegnata nel dare nuovi significati a luoghi, non-luoghi e oggetti del contesto urbano.
Il tema della rinascita, d’altra parte, si connette idealmente a quello della raccolta differenziata e del recupero dei materiali. “Rinascita”, infatti, vuol dire anche questo: recuperare, rilanciare, riproporre nell’ambiente e a disposizione della comunità quello che altrimenti sarebbe stato buttato. E proprio il vetro – riciclato da Hera al 99% – rappresenta in questo senso uno degli esempi più indicativi.
“Da sempre – dichiara Giuseppe Gagliano, Direttore Centrale Relazioni Esterne del Gruppo Hera – siamo impegnati nella promozione delle arti e delle più svariate forme espressive. Quando ci hanno proposto di ospitare la street art sulle nostre campane del vetro, quindi, l’entusiasmo ci ha subito
coinvolto. Recuperare la materia e portarla a nuova vita – aggiunge Gagliano – è per noi un motivo conduttore, un lavoro costante. Diventa fantastico, però, farlo assieme agli artisti, con i messaggi e le immagini che sapranno immettere, attraverso i nostri contenitori del vetro, in quel tessuto urbano a noi così caro”.
Ecco i luoghi della città in cui si potrà assistere all’evento di live painting:

 CAMPANA 1_Piazza xx settembre  CAMPANA 2_Piazza Verdi  CAMPANA 3_Via Orefici  CAMPANA 4_Via Indipendenza 10  CAMPANA 5_Via del Pratello 34.

WHITE BIN PROJECT | ARTISTI
Night By Night
Il percorso di quest’artista inizia a Bologna a metà degli anni 90, all’interno del contesto dei graffiti e si sviluppa attraverso gli anni in un lavoro più articolato, che spazia dal writing, alla grafica fino alla creazione di animazioni, per arrivare alle audio-video installazioni, fino all’esperienza interattiva usando ultime tecnologie a disposizione.
Night by Night restituisce, attraverso le sue opere, una duplicità che è tipica della streetart e dei graffiti: nel segnare le città col suo nome, usando rulli e spray per opere murarie monumentali , marchia e si appropria del territorio.
Espone a Roma, New York e ultimamente con la sua ultima audio installazione anche al Tate Modern Museum di Londra.
Reqvia Lavora nel campo dell’illustrazione, della pittura e decorazione. Vive e lavora a Modena. L’iniziale passione per il writing è stata la spinta propulsiva di una personale e continua ricerca attraverso le diverse correnti pittoriche della storia dell’arte. Nel suo lavoro si è applicato allo studio delle lettere giungendo ad un’interpretazione quasi astratta dei caratteri per poi affrontare un percorso che attualmente lo ha portato a riscoprire la lettera nei suoi volumi. Negli anni ha inoltre sviluppato un interesse altrettanto importante per l’illustrazione trovando maggior ispirazione nei pionieri della grafica moderna. Dal 2002 al 2013 compare tra gli organizzatori della rassegna internazionale di writing e street art Icone.
Nel 2009 è tra i fondatori della galleria d’arte contemporanea Avia Pervia. Le sue opere hanno raggiunto Roma, Milano, Berlino, Osaka.

Francis & Nervos
Francis nasce come disegnatore dal vero e ritrattista. Nel 1999, grazie ad amici del settore, conosce il graffiti-writing e mette da parte i vecchi supporti tela/pennello, appassionandosi ai più energici muro/spray, su cui applica, con nuovo vigore, il metodo “classico”. Nervos sin da piccolissimo è appassionato di fumetti, in particolare dei manga giapponesi. Grazie a questi si cimenta nel riprodurre -con i dovuti “aggiustamenti”- i personaggi da sempre amati, come “Ken il Guerriero”. Nel 2000, non ancora maggiorenne, si trasferisce a Bologna, dove scopre il mondo dell’ hip-hop, in particolare quello dei graffiti: è amore a prima vista. La perfetta sintonia che li lega li ha portati a lavorare spesso in coppia, tanto da formare un vero e proprio collettivo artistico.

Tristan Vancini
Nasce a Birmingham nel 1977, vive e lavora a Bologna. Ha studiato arti grafiche allo IED di Milano ed è considerato uno dei writers italiani più influenti e importanti degli ultimi 20 anni. Ha collaborato con importanti brand come Moschino e Fornasetti, è stato art Director per agenzie di comunicazione e ora lavora come facilitatore grafico, illustratore e decoratore per Housatonic, network creativo di base a Bologna.
Nel poco tempo libero rimasto si diverte con l’arte (pittura e incisioni) e la musica.
Gear27 Il writing ha rappresentato una parte importante del suo percorso d’artista ed è riconosciuto a livello nazionale come un innovatore del genere.
Miscelando diverse tecniche, dallo spray alla pittura a rullo, ha realizzato opere murali originali che prendono come ispirazione diverse categorie di soggetti; da quelli del microcosmo naturale, alle periferie industriali abbandonate, fino a quelli più visionari ispirati al sogno. Oltre a comparire regolarmente sulle più autorevoli riviste di settore, negli ultimi anni ha partecipato a svariate iniziative ed eventi legati all’arte urbana tra cui ricordiamo il festival internazionale di Arte Urbana “ICONE” e “SMOKING MINDS-Urban Culture Event”.

WHITE BIN PROJECT | CURATORE
Selezione artisti a cura di Pietro Rivasi

Ha collaborato con alcune delle più importanti riviste e siti web di settore italiane (Stradanove.net, Garage magazine, Graff zoo, Legrand.eu, Il Gorgo), organizza festival legati all’arte urbana dal 2002 (Icone, Quadricromie). Tra il 2009 ed il 2012, ha curato tutte le esposizioni dello Spazio Avia Pervia e dal 2012 è socio di D406 fedeli alla linea, galleria specializzata in disegno ed illustrazione. Nato a Correggio (Re) nel 1978, vive e lavora tra Sassuolo e Modena.

HERA

Il Gruppo Hera è una delle maggiori multiutility italiane e opera principalmente nei settori ambiente (raccolta e smaltimento rifiuti), idrico (acquedotto, fognature e depurazione) ed energia (distribuzione e vendita di energia elettrica e gas). Nel Gruppo lavorano oltre 8.500 dipendenti, impegnati ogni giorno nel rispondere ai molteplici bisogni di oltre 4 milioni di cittadini. Nata nel 2002, Hera ha rappresentato la prima esperienza nazionale di aggregazione di aziende municipalizzate, dando vita a un’unica multiutility, capace di creare una vera e propria “industria dei servizi pubblici”. Attraverso un percorso di progressivo e graduale consolidamento, il Gruppo è oggi presente con i propri servizi in 358 Comuni distribuiti fra Emilia-Romagna, Toscana, Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Marche e Abruzzo.
http://www.gruppohera.it

ASSOCIAZIONE CULTURALE SABOTAGE
Sabotage promuove il lato ludico della cultura e lo sviluppo creativo. Attraverso mirate azioni di sabotaggio della serietà, ribalta l’abituale percezione degli eventi culturali mettendo in scena nuove forme di interazione fra pubblico e artisti.
L’associazione, fondata dallo scrittore Massimo Vitali e dalla produttrice creativa Giulia Giapponesi, propone nuove situazioni di fruizione degli oggetti culturali “classici” – opere d’arte, libri, film, opere teatrali e arti visive – creando eventi unici, paradossali, che stimolano a riscoprire pezzi d’arte conosciuti o inventarne di nuovi.
http://www.sabotage.xyz

Ufficio stampa White Bin Project

Serena Viola | m. 328 9453064 | indacoage@gmail.com

Luciana Apicella | m. 335 7534485 | luciana.apicella@gmail.com

Follow us on Facebook: https://www.facebook.com/whitebin/?fref=ts


emeroteca_amedit

Annunci