VENEZIA: PREMIAZIONE DEL 10° PREMIO ARTE LAGUNA | Mostra dei finalisti e vincitori

Posted on 16 marzo 2016

0


ARSENALE DI VENEZIA – 19 MARZO 2016
INAUGURAZIONE E CERIMONIA DI PREMIAZIONE DEL 10° PREMIO ARTE LAGUNA
Apertura fino al 3 aprile, ingresso gratuito

Mostra dei finalisti e vincitori
120 opere d’arte
Nappe dell’Arsenale, Venezia
20 marzo – 3 aprile 2016 ore 10 -18

Inaugurazione: sabato 19 marzo, ore 18
Visite guidate: domenica 20 marzo
– ore 11 Nappe Arsenale
– ore 15 TIM Future Centre – sezione arte virtuale e digitale

Il Premio Internazionale Arte Laguna inaugura a Venezia le mostre collettive della decima edizione del concorso, sabato 19 marzo alle ore 18.
L’Arsenale di Venezia e la sede di TIM Future Centre, aprono le loro porte alle 120 opere d’arte provenienti da 35 Paesi diversi tra i quali troviamo: Australia, Azerbaijan, Cina, Perù, Corea del Sud, Kyrgyzstan, Polonia, Taiwan oltre che all’Italia rappresentata da 21 artisti di Messina, Mantova, Pordenone, Verona, Sassari, Teramo, Lucca, Milano, Massa Carrara, Cuneo, Bologna, Roma, Ragusa, Imperia, Napoli, Firenze.

Il decimo anno è anche tempo di numeri.
In 10 anni hanno partecipato più di 35.000 artisti da 120 Paesi, sono state esposte 1.110 opere a Venezia, si sono strette collaborazioni con 87 partner internazionali, sono stati consegnati 290.000 euro di premi in denaro, ci sono stati 66 giurati provenienti da 15 Paesi nel mondo a giudicare gli artisti candidati, le mostre del premio Arte Laguna sono state visitate da oltre 40.000 persone.

La mostra principale all’Arsenale comprende 30 opere di pittura, 30 sculture e installazioni, 30 opere di arte fotografica, 10 video, 10 progetti di arte ambientale, 5 performance. Gli storici spazi di TIM Future Centre ospitano invece le 5 opere di arte virtuale e digitale realizzate totalmente con l’uso delle nuove tecnologie, della rete e che coinvolgono il vasto mondo del digitale. A selezionare le opere in mostra fino al 3 Aprile direttori di fondazioni e musei, curatori indipendenti, critici d’arte guidati da Igor Zanti il curatore di Milano e direttore di IED Venezia, che segue il premio fin dalla sua nascita: Miguel Amado, Anna Bernardini, Barbara Boninsegna, Denis Curti, Enrico Fontanari, Suad Garayeva, Vasili Tsereteli, Sabrina Van der Ley, Simone Verde, Bettina von Dziembowski.

Durante la serata saranno annunciati i 6 vincitori assoluti e verranno conferiti i 19 premi speciali. I vincitori assoluti – uno per ogni categoria in concorso, si aggiudicheranno un premio in denaro di 7.000 euro ciascuno per un totale di 42mila euro, uno dei quali assegnato direttamente da Thetis SpA, l’azienda operante nel campo dell’ingegneria ambientale con la quale il Premio ha ideato dal 2014 la nuova sezione di concorso dedicata alla Land Art.
Il lavoro della giuria ufficiale è affiancato dalla selezione effettuata dai Partner internazionali del premio che hanno individuato gli artisti con i quali iniziare una collaborazione nel corso del 2016 per la realizzazione di: 4 mostre in galleria, la partecipazione a 3 festival e mostre collettive, l’intervento nella produzione di 2 aziende italiane, la creazione di 10 nuove opere durante un periodo di soggiorno in ambienti multiculturali a contatto con altri artisti, le residenze d’arte.

Tra queste interessanti partnership vi è Swatch, che ospiterà uno degli artisti partecipanti in un programma di residenza presso il The Swatch Art Peace Hotel a Shanghai, una community nella quale artisti provenienti da tutto il mondo lavorano in totale libertà nei 18 studi e appartamenti dell’hotel.
Carlo Giordanetti, Direttore Creativo di Swatch ha commentato: “Swatch ha un forte legame con l’arte e soprattutto con Venezia. Abbiamo già creato un ponte tra Shanghai e Venezia portando gli artist-in-residence dal The Swatch Art Peace Hotel per mostrare la loro arte a Venezia durante la Biennale nel 2015.
Lavorare con Arte Laguna intensifica la nostra dedizione per l’arte e per Venezia e il nostro supporto agli artisti emergenti in un ampio range di discipline creative.”

Sarà possibile conoscere meglio le opere in mostra durante la visita guidata in programma per domenica 20 marzo: alle ore 11 all’Arsenale e a seguire alle ore 15 presso TIM Future Centre.

APERTURA MOSTRE
Nappe Arsenale: opere di pittura, scultura, fotografia, video arte e performance, land art
TIM Future Centre: opere di arte virtuale e digitale
dal 20.03 al 03.04, tutti i giorni con orario 10-18
Ingresso gratuito
Appuntamenti:
20 marzo ore 11 visita guidata alla mostra principale – Nappe dell’Arsenale
20 marzo ore 15 visita guidata alla sezione arte virtuale e digitale – TIM Future Centre

I NUMERI DEL 10° PREMIO ARTE LAGUNA
120 artisti finalisti
11 giurati internazionali
18 partner internazionali
6 premi da 7000 euro ciascuno
7 residenze d’arte in tutto il mondo
4 mostre personali in galleria
3 partecipazioni a festival e mostre collettive
2 collaborazioni con aziende del Made in Italy

Maggiori informazioni sulla mostra www.premioartelaguna.it

GAVINO PIANA Italy 1953, Ala nord, 2015, Oil on canvas, 70x80cm

GAVINO PIANA Italy 1953, Ala nord, 2015

ARTISTI FINALISTI 10° PREMIO ARTE LAGUNA / FINALIST ARTISTS 10TH ARTE LAGUNA PRIZE

PAINTING:

Kristina Alisauskaite (Klaipeda | Lithuania 1984); Tal Amitai-Lavi (Netanya | Israel 1969); Federico Aprile (Mantova | Italy 1989); Baśnik Paweł (Sieradz | Poland 1992); Hugo Bonamin (Paris | France 1979); Dominique Cheng (Toronto | Canada 1979); Alexander Dashevskiy (Saint Petersburg | Russia 1980); Maria Marilena De Stefano (Messina | Italy 1974); Annamarie Dzendrowskyj (London | United Kingdom 1967); Dirk Eelen (Leuven | Belgium 1974); Patricia Escutia (Valencia | Spain 1972); Andrey Esionov (Moscow | Russia 1963); Renata Franzky (Munich | Germany 1969); Tien-Yu Hung (Taichung | Taiwan 1960); JeanF (Antwerp | Belgium 1961); Chih-Ying Lin (Xiluo | Taiwan 1993); Daniel Maczynski (Tomaszow Mazowiecki | Poland 1976); Alain James Martin (Verdun, Quebec | Canada 1958); Rolando Mascarin (Pordenone | Italy 1945); Anastasia Mina (Pafos | Cyprus 1986); Miraj (London | United Kingdom 1962); Giovanni Motta (Verona | Italy 1971); Lisa Nickel (Kelowna | Canada 1968); Juan Eugenio Ochoa (Medellin | Colombia 1983); Gavino Piana (Sassari | Italy 1953); Susanna Storch (Mainz | Germany 1956); Katarzyna Tomaszewska (Wrocław | Poland 1987); Anton Totibadze (Moscow | Russia 1993); Marja-Leena Valkola (Multia | Finland 1954); Hao Zhun Wang (Taipei | Taiwan 1983)

SCULPTURE AND INSTALLATION:

Dario Agrimi (Teramo | Italy 1980); Victor Alaluf (Misiones | Argentina 1976); Gioia Aloisi & Monica Gorini (Lucca | Italy 1962; Verbania | Italy 1967); Jules Andrieu (Bordeaux | France 1991); Isabella Angelantoni Geiger (Milan | Italy 1965); Tsuyoshi Anzai (Tokyo | Japan 1987); Ben Applegarth (Durham | United Kingdom 1990); Simona Barbagallo (Bologna | Italy 1976); Christine Bauer – Herbert Egger (Wels | Austria 1952; Bad Goisern | Austria 1961); Genèvre Becker (Vancouver | Canada 1978); Barbara Bellugi (Massa-Carra | Italy 1964); HC Berg (Esbo | Finland 1971); Friedrich Biedermann (Hopfgarten Tyrol | Austria 1975); Olga Bogdanou (Corfu | Greek 1979); Rocío Coppola (Buenos Aires | Argentina 1965); Marco Cordero (Cuneo | Italy 1969); Andrea Ferrero (Lima | Peru 1991); Alain Lapicoré & Aleksandra Lawicka Cuper (Sainte-Foy-la-Grande | France 1943, Warsaw | Poland 1955); Silvia Manazza (Rome | Italy 1957); Ben Jack Nash (London | United Kingdom 1978); Kristian Nemeth (Dunajská Streda | Slovakia 1983); Charlotte Pann (Salzburg | Austria 1990); Farid Rasulov (Shusha | Azerbaijan 1985); Recycle group (Krasnodar | Russia 1987, Stavropol | Russia 1985); Shwan Dler Qaradaki (Suleimania | Iraqi Kurdistan 1977); Thomas Stüssi (Zürich | Switzerland 1978); Tina Tahir (Ulm | Germany 1975); Daphna Weinstein (Tel Aviv | Israel 1971); Joo-Hee Yang (Seoul | South Korea 1982); Merce Zulueta (Bizkaia | Spain 1964).

PHOTOGRAPHIC ART:

Victoria Ahrens (Poole | United Kingdom 1972); Aks Huckleberry (Elista | Russia 1994); Ainhoa Akutain (San Sebastián | Spain 1975); Salvo Alibrio (Ragusa | Italy 1988); Ana Pinto (Figueira da Foz | Portugal 1982); Davide Andracco (Imperia | Italy 1983); Richard Ansett (London | United Kingdom 1966); Matthew Arnold (Columbus, Ohio | United States 1972); Barboza-Gubo & Mroczek (Lima | Peru 1976; New Britain, Connecticut | United States 1977); Robyn Day (Boston, Massachusetts | United States 1982); Alex De Bruycker (Ghent | Belgium 1968); Valentina De Rosa (Naples | Italy 1984); Julie Derbyshire (Northwich | United Kingdom 1964); Victor Enrich (Barcelona | Spain 1976); Samad Ghorbanzadeh (Urmia | Iran 1984); Dina Goldstein (Tel Aviv | Israel 1969); JinRan Ha (Seoul | South Korea 1986); Teri Havens (Lubbock, Texas | United States 1967); Lois Hechenblaikner (Reith | Austria 1958); Honey & Bunny (Freistadt | Austria 1974); Gilda Jabbari (Shiraz | Iran 1992); Yulia Knish (Bishkek | Kyrgyzstan 1979); Sébastien Koegler (Colmar | France 1978); Heloisa Medeiros (Porto Alegre | Brazil 1977); Lior Patel (Haifa | Israel 1979); Luigi Poiaghi (Milan | Italy 1947); Francesca Pompei (Rome | Italy 1978); Ilya Rabinovich (Kisheniev | The Netherlands 1965); Thomas Friedrich Schäfer (Mainz | Germany 1983); Nina Staff (Oslo | Norway 1955)

VIDEO ART:

Alexandra Anikina (Kolomna | Russia 1989); Brodbeck & De Barbuat (Düsseldorf | Germany 1986, Paris | France 1981); Alix Delmas (Bayonne | France 1962); Daniel Nicolae Djamo (Bucharest | Romania 1987); Jonathan Goldman (Ramat Hasharon | Israel 1984); Louis-Jack Horton-Stephens (London | United Kingdom 1990); Orkhan Huseynov (Baku | Azerbaijan 1978); Lin Yi Yang (Fujian | China 1983); Torsten Lippstock (Ebsdorf | Germany 1966); Rebeca Mendez (Mexico City | Mexico, 1962)

PERFORMANCE:

Sujin Lim (Seoul | South Korea 1979); Fyodor Pavlov-Andreevich (Moscow | Russia 1976); Curt Steckel (Davenport, Iowa | United States 1987) Patrick Tresset (Noyon | France 1967); Ian Wolter (Billingham | United Kingdom 1966)

VIRTUAL AND DIGITAL ART:

Andrej Boleslavskȳ (Nitra | Slovakia 1981); Ilario Caliendo (Naples | Italy 1986); Hill Kobayashi (Kobe | Japan 1977); Nicolas Maigret (Lons Le Saunier | France 1980); Guido Segni (Florence | Italy 1979)

LAND ART:

Viel Bjerkeset Andersen (Oslo | Norway 1963); Angelo Ciotti (Pittsburgh, Pennsylvania | United States 1943); Filippo Corazza (Pordenone | Italy 1978); Roman Cordero Tovar & Izbeth Mendoza Fragoso (Mérida | Mexico 1977; Mexico City | Mexico 1976); Elise Eeraerts (Mechelen | Belgium 1986); Maria Auxiliadora Gàlvez Pérez & Edgardo Mercado (Córdoba | Spain 1973; Merlo | Argentina 1965); Martin Hill (Wanaka, New Zealand 1946); Michael McKay (New Orleans, Louisiana | United States 1973); Mario Silva Corvetto (Chicago, Illinois | United States 1970); Pip Woolf (London | United Kingdom 1954)

SPECIAL SELECTIONS:

OPEN: Hung-Hao Huang (Takao | Taiwan 1990)

Art Nova 100: DanDan Qiu (Anshun | China 1982)


emeroteca_amedit

Annunci