UN TIPO ATIPICO | Tributo a Ivan Cattaneo – Recensito da Amedit

Posted on 6 ottobre 2015

0



ivan_cattaneo_tributo_tipo_atipico (2)UN TIPO ATIPICO | Tributo a Ivan Cattaneo

di Lillo Portera

 

ivan_cattaneo_tributo_tipo_atipicoUn doppio cd tributo per celebrare i quarant’anni di carriera di Ivan Cattaneo, trenta brani che pescano nella prima produzione del poliedrico cantautore bergamasco, in un arco temporale che va dal 1975 al 1985 (da Vergini & Serpenti, traccia d’apertura dell’eccellente lavoro d’esordio UOAEI fino al singolo Dancin’ number). Restano fuori dal tributo gli ultimi trent’anni di produzione cantautorale, ossia i due album Il cuore è nudo e i pesci cantano (1992) e Luna presente (2005), nonché brani più recenti scritti per altri artisti, come la splendida Abbaio alla luna (scritta per Renato Zero ma incisa da Al Bano) che avrebbe certo meritato una cover. Un tributo colorato e composito, memore della tavolozza dada e spregiudicata di Ivan ma aggiornato su nuove sonorità. Tanti nomi noti, da Garbo a H.E.R. (Erma Pia Castriota), dalla Banda Osiris a Alessandro Orlando Graziano, e poi ancora Susanna Parigi, Stefano Pais, Luca Urbani…, e tante anche le giovani leve. “Nel 2123 forse ti ricorderai di me, un tipo atipico nel suo rifugio atomico…” il titolo scelto per il tributo attinge da un verso del brano “Hiroshima mon amour” (1992). È Ivan stesso ad aprire il disco, e lo fa nei toni magici e sospesi di una favola: “C’era una volta un re seduto sul sofà, diceva al cantautore: ‘Racconta una canzone’, la canzone incominciò…” (da Primo secondo e frutta Ivan compreso, 1975). Comincia Garbo con una versione rock-castigata di Scarabocchio (dall’album Ivan Il terribile, 1982), a seguire Formica d’estate eseguita da Naif Herin (un brano del 1979 tratto da SuperIvan, già realizzato come cover da Teo nel 1986 e dalla Banda Milord nel 2000); la quarta traccia, in perfetto stile Ivan Cattaneo, è Clinica Paradiso (tratta da Urlo, 1980) dei Roulette Cinese; la tracklist prosegue con Dario Faini (Giochi d’insetti), Montefiori Cocktail (Tabu’), Giovanni Block (Ninna nanna per il caro armato), Pennelli di Vermeer (Maria Batman), Diana Tejera (Senorita Torero), Ottodix (Neonda), Hueco (Bimbo assassino), Susanna Parigi (L’altra faccia della luna), Vidra+Masi (Sesso selvaggio), Stefano Pais (Il vostro ombelico), Andrea Zuppini (Spezzi e spazi), Banda Osiris (Uffa!), H.E.R. (Odio & amore), Egokid (L’amore è una s/cossa meravigliossa!), Roby Rossini (Pupa), Luca Urbani + Alberto Styloo (Boys & boys), Ensonika (Dancin’ number), Alessandro Orlando Graziano (Pomodori da Marte), Allerja (Toro! Torero!), Gianni Leone (Polisex), Gerardo Konte & The Nine Tears (Oltre la fiaba), Steetycats (Agitare prima dell’uso), Porfirio Rubirosa (Paradiso noia), Helena Velena (Darling), Elektroshock (Blood sacrifice), e Claudio Milano (Vergini & Serpenti).

Il disco è stato realizzato su etichetta Soter e distribuito da Believe Digital. Tra le tracce più interessanti si distinguono sicuramente quelle di H.E.R., Alessandro Orlando Graziano, Stefano Pais e Luca Urbani (che già collaborarono in un’iniziativa analoga nel 2002 con il tributo alla cantautrice Donatella Rettore). Notevoli anche le prove della Banda Osiris e di Susanna Parigi. Un disco composito, carico di atmosfere, forse con qualche traccia di troppo, ma nel complesso ben orchestrato, ispirato, assolutamente gradevole. Peccato siano rimasti fuori alcuni dei brani più rappresentativi del percorso musicale di Ivan, ne citiamo solo alcuni: Male bello (incisa anche da Patty Pravo), Su (straordinario lato b di Boys & boys), Madame Satan, Cha Cha Che Guevara… o brani più recenti come Amare l’assente o L’aria (ma una cernita andava fatta).

ivan_cattaneo_tributo_tipo_atipico (1)Un tipo atipico restituisce un ritratto più che fedele di ciò che ha rappresentato un personaggio come Ivan Cattaneo a cavallo tra gli anni Settanta e gli anni Ottanta, ed è un contributo propedeutico anche a un primo approccio alla discografia del cantautore bergamasco, purtroppo più conosciuto per i suoi album di cover campioni di incasso (2060 Italian Graffiati e Bandiera Gialla, rispettivamente del 1981 e 1983). Dalle tracce, fresche e attuali ancora oggi (tanto nei testi quanto negli arrangiamenti) emerge il profilo e lo spessore di un artista a tutto tondo, al tempo stesso impegnato e scanzonato, gaio e drammatico, sempre autentico. A questo punto resta solo da capire se a Ivan Cattaneo questo tributo sia piaciuto, quindi non resta che dargli la parola… «Oggi ero in automobile ed ho ascoltato interamente il doppio cd dedicatomi dai 30 artisti di Un tipo atipico. Viaggiavo ed ascoltavo stupito, emozionato, commosso. Forse uno dei pomeriggi più belli di tutta la mia piccola vita. Grazie grazie e ancora grazie!»

Lillo Portera

Copyright 2015 © Amedit – Tutti i diritti riservati. Severamente vietata la diffusione senza citazione della fonte: “Amedit Magazine – Settembre 2015″. by Massimo Pignataro

Copyright 2015 © Amedit – Tutti i diritti riservati. Severamente vietata la diffusione senza citazione della fonte: “Amedit Magazine – Settembre 2015″. by Massimo Pignataro


 

Cover Amedit n. 24 - Settembre 2015

Cover Amedit n. 24 – Settembre 2015
“Noli Me Tangere” omaggio a Pier Paolo Pasolini.
by Iano 2015

Copyright 2015 © Amedit – Tutti i diritti riservatilogo-amedit-gravatar-ok

Questo articolo è stato pubblicato sulla versione cartacea di Amedit n. 24 – Settembre 2015.

VAI AGLI ALTRI ARTICOLI: Amedit n. 24 – Settembre 2015

VERSIONE SFOGLIABILE

Per richiedere una copia della rivista cartacea è sufficiente scrivere a: amedit@amedit.it

e versare un piccolo contributo per spese di spedizione. 

Annunci
Posted in: Eventi & News, Musica