BUONCONVENTO (Siena): Concerto e raccolta fondi per il Museo della Mezzadria | 27 agosto 2015

Posted on 27 agosto 2015

0


La Fondazione Musei Senesi, il Comune e l’Associazione Pro Loco di Buonconvento lanciano una raccolta fondi per ricostruire l’importante spazio espositivo, gravemente danneggiato dall’alluvione di lunedì scorso.

Un contributo per aiutare il Museo della Mezzadria

Giovedì 27 agosto alle 19 un concerto di beneficenza per ringraziare i volontari che hanno prestato il loro servizio nell’emergenza alluvione

museodellamezzadria450-web

Ancora una volta uniti per sostenere il Museo della Mezzadria di Buonconvento (Siena). Fondazione Musei Senesi, Comune e Associazione Pro Loco di Buonconvento lanciano una raccolta fondi per contribuire a recuperare e mettere in sicurezza l’importante patrimonio museale conservato nell’antica Tinaia Del Taja, gravemente danneggiato dalle ingenti piogge e dalla conseguente esondazione del fiume Ombrone dei giorni scorsi.

Dopo l’alluvione dell’ottobre 2013, fortunatamente, gli interventi realizzati con il contributo di volontari e con il fondamentale sostegno di Regione Toscana hanno consentito di minimizzare i danni. Tuttavia, l’acqua, mista a terra e a detriti, è penetrata all’interno del museo, arrivando a sommergere per oltre un metro l’area accoglienza, biglietteria e bookshop, e danneggiando ciò che si trovava al suo interno: libri, documenti, computer e arredi. Il flusso del fiume, che ritirandosi ha lasciato uno strato di fango di circa cinque centimetri, è riuscito a penetrare anche nelle sale espositive a piano terra, dove si conservano numerosi strumenti agricoli e macchinari d’epoca, danneggiando parte degli allestimenti e delle postazioni multimediali che caratterizzavano l’esperienza educativa nel museo. Difficile stimare l’entità dei danni che, grazie alle misure adottate negli ultimi due anni, dovrebbe aggirarsi intorno a poche migliaia di euro.

Per dare il proprio contributo alla raccolta fondi è possibile accedere al sito internet https://www.derev.com/it/alluvionemuseomezzadria e cliccare su “contribuisci” per indicare l’importo del proprio contributo. Un apposito display, inoltre, segnalerà l’ammontare complessivo di quanto donato. Come sottolinea Alessandro Ricceri, presidente della Fondazione Musei Senesi, “il Museo della Mezzadria, fiore all’occhiello della rete museale senese, racconta la storia delle nostre campagne e non solo dall’Ottocento ad oggi attraverso i suoi protagonisti, antichi strumenti agricoli, documenti e postazioni interattive, che consentono al visitatore di rivivere l’atmosfera di una fattoria, quasi come nei ricordi dei nostri nonni”. Il museo, non a caso, da sempre ha sviluppato un’importante vocazione didattica e ha recentemente recuperato una relazione sempre più forte con i giovani e il mondo universitario della ricerca. Già due anni fa, alla sua ricostruzione, hanno collaborato il Dipartimento di Antropologia e alcuni spin-off del Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Siena. Uno sforzo collettivo che vede coinvolte non solo le istituzioni culturali e e le amministrazioni, ma anche i privati cittadini, capaci di riconoscere nel Museo della Mezzadria in primis e nella rete museale nel complesso il tratto fondamentale di un’identità storica e culturale comune. Lo dimostra il gran numero di volontari e dei membri dell’Associazione Pro Loco, recente aggiudicataria della gestione del museo, che, sin dalle ore immediatamente successive all’alluvione, hanno prestato il primo soccorso per gli interventi di emergenza, ai quali dovranno seguire alcuni ripristini e nuove migliorie in un significativo sforzo di solidarietà che ha visto di nuovo all’azione “gli angeli del fango” di due anni fa.

Ai volontari che in questi giorni hanno consentito di recuperare gli spazi del museo e supportato le operazioni d’emergenza negli altri istituti, attività e abitazioni del borgo è dedicato un concerto di beneficenza, diretto dal maestro Luca Paccagnella del Conservatorio “G. Verdi” di Milano, con musiche di Bach, Mendelsshon, Pachebele e Borodin, che si terràgiovedì 27 agosto alle ore 19 nella chiesa dei Santi Pietro e Paolo di Buonconvento.

Come è noto, la cultura è uno dei settori più colpiti dalla crisi economica e in cui le istituzioni culturali, tra cui i musei, continuano a lavorare e ad impegnarsi con fondi insufficienti: a fronte di questo, un danno, anche ridotto, come quello riportato nuovamente dal Museo della Mezzadria, diventa un elemento critico. “Ogni piccolo contributo  – dichiara Elisabetta Borgogni, Consigliere con delega alla Cultura dell’amministrazione comunale di Buonconvento – rappresenta un grande sostegno al patrimonio culturale di questo territorio e del nostro Paese, che ci consentirà di restituire quanto prima e nelle migliori condizioni la sede museale ai cittadini, al suo territorio e ai numerosi turisti che ogni anno vengono a vistarlo e a rinsaldare le basi della sua tutela e conservazione”.

Per informazioni e donazioni è possibile contattare la Fondazione Musei Senesi al numero 0577 530164 o all’indirizzo info@museisenesi.org.

 

Ufficio Stampa:

Agenzia Freelance per Fondazione Musei Senesi

Sonia Corsi 335 1979765

info@agfreelance.it; http://www.agfreelance.it

Su facebook: Agenzia Freelance

Su twitter: AgFreelanceNews

Annunci