GUY DE MAUPASSANT | LA SICILIA | Traduzione e cura di Carlo Ruta | Ed. Libri Mediterranei

Read Time1 Minute, 51 Second

L’omaggio alla Sicilia di Guy de Maupassant

 

In libreria, per Libri Mediterranei, nuova edizione della cronaca di viaggio del narratore francese

Copertina Maupassant 2

In viaggio verso l’Africa, Guy de Maupassant giunge in Sicilia nella tarda primavera del 1883, per trascorrervi poco meno di due mesi, e trae da questo soggiorno una cronaca veloce ma ricca, che sette anni dopo esce in stesura definitiva nell’opera La vie errante, dedicata al lungo viaggio conoscitivo da lui compiuto lungo il Mediterraneo. Come gran parte dei viaggiatori stranieri, il narratore francese è attratto soprattutto dai monumenti antichi, che ai suoi occhi rendono l’isola mediterranea «un divino museo di architetture». «La Sicilia – annota – ha avuto la fortuna d’essere stata posseduta, di volta in volta, da popoli fecondi, venuti ora dal nord ora dal sud, i quali hanno costellato il suo territorio d’opere infinitamente varie, in cui convergono, in modo seducente e inatteso, gl’influssi più distanti. Ne è nata un’arte speciale, sconosciuta altrove, in cui domina certo l’influenza araba, incalzata da ricordi greci e perfino egizi; in cui le severità dello stile gotico, introdotto dai Normanni, vengono mitigate dalla scienza mirabile della decorazione bizantina.»

Nei modi di un reportage, il narratore francese annota l’arte architettonica dei Greci di Sicilia, le attrattive della Cappella Palatina e di altri monumenti normanni, le suggestioni dell’area dello zolfo, la natura dell’Etna e di Lipari, il sole e i colori della Conca d’Oro. Prende contatto infine con la Venere Landolina di Siracusa, cui dedica le pagine più intense del diario.

Lontano da ogni sentimentalismo di matrice romantica, il racconto di Guy de Maupassant risuona, per paradosso, come uno dei più alti inni alla Sicilia di tutti i tempi. Per quanto filtrato da chiaroscuri e ombrosità, restituisce un modello di gioia estetica e di grazia naturalistica. Questo resoconto segna probabilmente il contatto più sensuale che mai un narratore abbia avuto con l’isola mediterranea. Tutto ciò ne fa un’opera a sé, che rende omaggio alla storia e alla vita di un Paese.

 

Guy de Maupassant, La Sicilia, traduzione e cura di Carlo Ruta, Libri Mediterranei, 2015, pp. 130, 40 foto in b/n, con testo originale francese.

0 0

About Post Author

Amedit rivista

Rivista Amedit-Amici del Mediterraneo, trimestrale di Letteratura, Storia, Arte, Scienza, Cinema, Musica, Costume e Società. Per richiedere una copia della rivista scrivere a: amedit@amedit.it o visitare la sezione "Abbonati" di questo sito.

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Rispondi

Next Post

BUCCHERI (SR): La convivenza difficile e il declino dell’Islam siciliano in epoca normanna | Dal medioevo un monito per i tempi attuali

Sab Ago 22 , 2015
La convivenza difficile che in epoca normanna decretò la fine dell’Islam siciliano. Dal medioevo – al centro del convegno del MedFest di Buccheri – un monito per i tempi attuali   Il convegno di Buccheri sul rapporto tra musulmani e cristiani nella Sicilia normanna si è dimostrato pari alle attese, per l’ampia partecipazione di pubblico e per il tenore molto […]
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: