CONCLUSA L’ESTATE AMEDIT TRA MOSTRE E CONCERTI.

Read Time2 Minutes, 42 Seconds

Si è concluso con un ottimo bilancio il ciclo di eventi promossi dall’Amedit nel corso dell’estate 2010: un ricco calendario di mostre e concerti che ha interessato varie località siciliane con una tappa in Calabria. Particolarmente prestigiosi sono stati quelli che hanno avuto per protagonista Andrea Antonio Siragusa, uno degli artisti più eclettici della scena siciliana. Di lui l’Amedit ha proposto la mostra “Genesi Primordiale” in tre diverse tappe: Palagonia (dal 20 al 6-2/7), Soriano Calabro (8-18/7), Mineo (24-31/7). In tutte e tre le città l’evento è stato arricchito da un apprezzatissimo concerto che lo ha visto anche nella sua consueta veste di tenore lirico a Palagonia (chiesa San Nicola)  e Mineo (Circolo di Cultura Luigi Capuana) accompagnato al piano dal M° Giuseppe Palmeri  ed a Soriano Calabro (Complesso Monumentale San Domenico) accompagnato dal M° Damyan Tudzharov.  Il tenore che con la sua voce argentina ha deliziato per anni il pubblico di tanti eventi promossi dal Sodalizio Amedit, si è quindi per la prima volta presentato nella sua veste inedita di pittore; evento che per la sua eccezionalità è stato salutato da un pregevole catalogo curato da Giuseppe Maggiore e impreziosito da un testo del critico di arte contemporanea Massimiliano Sardina. Una pittura, quella del Siragusa, che si è offerta quale felice sintesi della sua anima multiforme: di poeta, innanzitutto, ma anche, e soprattutto, di cantante; poiché anche se il medium è stato ora rappresentato dall’espressione pittorica, essa pure ha rivelato una forza evocativa in grado di restituirci grande pathos poetico e musicale. Un altro appuntamento che ha visto protagonista Siragusa si è tenuto sempre a Mineo con il 1° Concerto di Sant’Agrippina (25/8), accompagnato al piano ancora una volta dal M° Giuseppe Palmeri, con la partecipazione della violoncellista Roberta Pennisi e del cabarettista Turi Killer; evento, quest’ultimo, presentato dal giornalista Gianni Amato, e che ha registrato la presenza di oltre cinquecento spettatori.

L’Estate Amedit ha proposto inoltre i consueti concerti tenuti dall’ensemble Trio Novecento, costituito dal tenore Antonio Costa e dal soprano Angela Curiale, accompagnati al piano dal M° Salvo Troina. Scopo della formazione, operante in seno al Sodalizio Amedit, è quello di ripercorrere alcune pagine della Storia d’Italia attraverso quelle canzoni che le hanno maggiormente caratterizzate e che, a distanza di molti anni, riescono ancora a farsi ascoltare e trasmettere emozioni. Il Trio Novecento ha proposto in varie occasioni il percorso storico-musicale che va dal 1900 al 1950, esibendosi in vari comuni dell’area etnea fin dal dicembre 2006, e prosegue instancabile, confortato dall’enorme consenso ovunque riscosso, il suo tour. Diversi gli allestimenti proposti, i quali sono caratterizzati da variazioni del repertorio o dall’inserimento di parti sceniche, talvolta anche con la partecipazione, oltre che di figure attoriali, anche di corpi di ballo. Queste le tappe: Santa Venerina (20/7), Randazzo (12/8), Catania (21/8),  Gravina di Catania (26/8), Aci Sant’Antonio (30/8). E proprio in quest’ultimo comune il 9 settembre è stata assegnata la Menzione Speciale della XIII edizione della Rassegna Teatrale “Premio Roberto Nastasi” allo spettacolo “Quando Cantava la Radio – canzoni dal 1900 al 1950” (fiore all’occhiello degli allestimenti del Trio) ideato dal M° Salvo Troina, da parte del Gruppo Teatro Ars Comoediaque, con la seguente motivazione: “Per essere riusciti a far rivivere uno spaccato di storia italiana in una miscellanea di canto, musica, comicità, grazie alla bravura di ogni singolo interprete”.

Cristina Morzicato

0 0

About Post Author

Amedit rivista

Rivista Amedit-Amici del Mediterraneo, trimestrale di Letteratura, Storia, Arte, Scienza, Cinema, Musica, Costume e Società. Per richiedere una copia della rivista scrivere a: amedit@amedit.it o visitare la sezione "Abbonati" di questo sito.

One thought on “CONCLUSA L’ESTATE AMEDIT TRA MOSTRE E CONCERTI.

Rispondi

Next Post

CALTAGIRONE: IL MUSEO REGIONALE DELLA CERAMICA HA UN NUOVO DIRETTORE

Gio Set 23 , 2010
E’ Giovanni Patti, architetto, il nuovo dirigente responsabile  del Museo della Ceramica di Caltagirone, nominato dal Dirigente Generale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana della Regione, arch. Gesualdo Campo. Ad accogliere il nuovo direttore del Museo,  l’uscente,  Salvatore Scuto, che andrà a ricoprire, a sua volta,  l’importante incarico di Soprintendente per i Beni Culturali di Messina.  Proveniente dalla Soprintendenza di […]
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: