FESTA DEL SOCIO COPPERATIVO BCC

Read Time1 Minute, 0 Seconds

Si è tenuta il 4 gennaio 2009 a Palagonia, nei locali de “I Portici Village”, l’annuale appuntamento con la Festa del Socio Cooperatore, offerto dalla Banca di Credito Cooperativo di Pachino ai propri soci.

L’evento ha avuto quest’anno una valenza ancor più rilevante, in quanto ha chiuso idealmente le celebrazioni per il Centenario della Fondazione del Credito Cooperativo di Pachino.

La serata, nel corso della quale sono stati consegnati dei riconoscimenti ad alcuni Soci Benemeriti, è stata allietata dall’esibizione dei “Cannalora’s Club”, brillante band catanese presentata dall’Associazione Amedit.

I CANNALORA’S CLUB

Il gruppo prende vita dalle menti strampalate di sei ragazzi della provincia catanese,nell’ottobre del 2007 ed è composto da giovani musicisti che svolgono la propria attività professionale con orchestre, bande sinfoniche, gruppi jazz e gruppi da camera.

È dalla semplicità che nascono le cose migliori, per questo i Cannalora’s si propongono di ripescare le musiche ritmate folkloristiche e popolari che si eseguono dietro la “Candelora”,mescolandole sapientemente ad un tocco di jazz, swing e latin ed intervallandole a sketch e Gag, creando quindi un genere del tutto speciale,dove buona musica, pazzia e tanto divertimento riescono a regalare delle serate indimenticabili ad un pubblico di tutte le età.

0 0

About Post Author

Amedit rivista

Rivista Amedit-Amici del Mediterraneo, trimestrale di Letteratura, Storia, Arte, Scienza, Cinema, Musica, Costume e Società. Per richiedere una copia della rivista scrivere a: amedit@amedit.it o visitare la sezione "Abbonati" di questo sito.

Rispondi

Next Post

L’INCANTESIMO DEGLI ANNI PERDUTI

Lun Feb 23 , 2009
In una delle poche belle serate di quest’inverno freddo e piovoso, a casa di mia madre, ero uscito in giardino per go­dermi l’aria tersa e pulita favorita dell’ultimo temporale. Ai piedi del vecchio pino, un po’ rintuzzato e consumato dagli anni, come me tale e quale, m’ero seduto sulla rustica sdraio di legno dove un tempo sedeva mio padre. Io, […]
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: